Italia markets closed
  • FTSE MIB

    19.285,41
    +208,46 (+1,09%)
     
  • Dow Jones

    28.335,57
    -28,09 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.548,28
    +42,28 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    23.516,59
    +42,32 (+0,18%)
     
  • Petrolio

    39,78
    -0,86 (-2,12%)
     
  • BTC-EUR

    10.926,34
    +54,61 (+0,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,05
    -1,40 (-0,54%)
     
  • Oro

    1.903,40
    -1,20 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    +0,0042 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.465,39
    +11,90 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,65 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.198,86
    +27,45 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,9096
    +0,0063 (+0,69%)
     
  • EUR/CHF

    1,0723
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5567
    +0,0044 (+0,28%)
     

Libano, Del Re a Beirut accoglie volo umanitario italiano -2-

Red/Sim
·1 minuto per la lettura

Roma, 3 set. (askanews) - Nel corso della giornata, la vice ministra ha avuto un incontro con il ministro degli Esteri, Charbel Wehbe, che ha ringraziato l'Italia per la tempestività dell'aiuto prestato a seguito della tragica esplosione del 4 agosto, fatto il punto sulla gestione dell'emergenza e indirizzato nuove richieste di aiuto per la fase di early recovery. La vice ministra ha espresso la volontà dell'Italia di continuare a portare aiuto in una ottica anche di lungo periodo, che guardi oltre l'emergenza in corso, per contribuire a ricostruire la resilienza sociale del popolo libanese in tutto il territorio con un approccio olistico e inclusivo che permetta di rispondere all'emergenza portando avanti progetti già in corso. Questa strategia è stata anche oggetto dell'incontro con la Coordinatrice umanitaria residente delle Nazioni Unite, Najat Rochdi, cui ha espresso la volontà di approfondire ulteriormente la collaborazione della Cooperazione italiana con le agenzie Onu impegnate sul terreno. Del Re ha quindi annunciato alla sua interlocutrice di avere autorizzato un contributo di un milione di euro al Fondo umanitario per il Libano gestito dall'Ufficio ONU per il Coordinamento degli Affari Umanitari (Ocha). La strategia italiana, ha sottolineato Del Re, coinvolge altresì le Organizzazioni della società civile (Osc), che prendono parte al tavolo di coordinamento per gli aiuti al Libano istituito e presieduto dalla vice ministra. (Segue)