Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.388,94
    +469,10 (+1,38%)
     
  • Nasdaq

    14.917,07
    +170,67 (+1,16%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1747
    +0,0017 (+0,14%)
     
  • BTC-EUR

    37.413,54
    +1.163,05 (+3,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.098,20
    +57,72 (+5,55%)
     
  • HANG SENG

    24.221,54
    +122,40 (+0,51%)
     
  • S&P 500

    4.409,46
    +55,27 (+1,27%)
     

L'impresa di Sunisa Lee porta l'oro agli Usa e lei è (già) la nuova stella erede di Simone Biles

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Julian Finney - Getty Images
Photo credit: Julian Finney - Getty Images

La ginnastica individuale degli Stati Uniti ha compiuto l'impresa a Tokyo 2020 vincendo la quinta medaglia d'oro olimpica consecutiva dalle Olimpiadi del 2004. A compiere l'impresa non è stata Simon Biles, che nei giorni scorsi ha annunciato la sua decisione di ritirarsi dalla gara per dedicarsi alla sua salute mentale, e nemmeno la ginnasta entrata in gare come sua sostituta Jade Carey. A guadagnare l'oro è stata Sunisa Lee, ginnasta classe 2003, nata da genitori originari del Laos. Proprio le sue radici, Sunisa appartiene all'etnia Hmong, l'hanno resa la prima atleta americana di origine Hmong ad aver vinto una medaglia, facendo la storia.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La sensazione che per le ginnaste la gara al primo posto si fosse riaperta è arrivata nel momento in cui Biles ha annunciato il suo ritiro dalla competizione. A sostituire Biles è stata designata Jade Carey, classe 2000, nata a Phoenix, Carey è arrivata nona nelle qualificazioni per la competizione di ginnastica individuale femminile alle Olimpiadi, dietro alle sue due compagne di squadra Biles e Lee, e sarebbe rimasta esclusa dalla competizione individuale se non fosse stato per la rinuncia di Biles. Suo padre, al contrario degli altri genitori di atleti, è presente a Tokyo perché Brian Carey è anche il suo allenatore. Nonostante i buoni pronostici, si è fermata lontana dal podio.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

A vincere l'oro è stata invece Sunisa Lee, sotto gli occhi attenti di Biles dagli spalti, con una performance eccezionale. Lee è arrivata alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con una storia personale pesante sulle spalle, da cui è saputa riemergere con maestria sul campo. Nell'ultimo hanno ha subito un infortunio alla caviglia che ha rischiato di comprometterne la qualificazione per Tokyo, inoltre ha perso due zii a causa del Covid-19. Tre anni fa, poco prima che Lee partisse per i campionati nazionali, suo padre è caduto da una scala subendo lesioni al midollo spinale e rimanendo paralizzato sulla sedia a rotelle. Oggi la medaglia d'oro di Sunisa Lee è dedicata anche a lui, l'atleta dopo la gara ha dichiarato che sperava di portare a casa una medaglia d'oro per suo padre, la sua numerosa famiglia e l'intera comunità Hmong.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli