Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.841,34
    -259,46 (-1,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Linea elettrica Francia-Italia a regime in 2023

Tralicci delle linee elettriche ad alta tensione ad Avesnes-le-Sec, Francia

PARIGI (Reuters) - La nuova linea elettrica ad alta tensione tra Francia e Italia raggiungerà la piena capacità nel 2023, secondo quanto affermato dall'operatore di rete francese Rte, dopo che ieri la trasmissione di energia ha raggiunto il 50% della capacità.

La connessione è in costruzione da sette anni con notevoli ritardi. In precedenza doveva essere in servizio alla fine del 2020, ma l'avvio è stato posticipato a causa della pandemia di Covid-19.

La linea è il primo collegamento in corrente continua tra Italia e Francia e aumenta la capacità di trasporto di energia elettrica tra i Paesi di circa il 40% a 1.200 megawatt (Mw), raggiungendo una capacità di scambio massima di 4.350 Mw.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Francesca Piscioneri)