L'instabilità politica italiana appesantisce la Borsa

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
^IXIC4.126,97-34,49

In lieve rialzo i principali indici statunitensi. Il Dow Jones Industrial Average segna un incremento dello 0,20%, lo S&P500 dello 0,15% e il Nasdaq Composite (Nasdaq: ^IXIC - notizie) dello 0,50%. Poco mosse le piazze azionarie europee. La giornata è stata caratterizzata dal ritorno dei timori sulla crisi debitoria dei paesi periferici della Zona Euro (Italia e Spagna) dopo la decisione del premier italiano Mario Monti di rassegnare le proprie dimissioni sulla scia delle dichiarazioni del segretario del PDL Alfano che avevano sostanzialmente sfiduciato il Governo. Nell'incontro di sabato al Quirinale con il presidente Napolitano, Monti ha affermato di volere lasciare l'incarico dopo l'approvazione in Parlamento della legge di Stabilità. L’instabilità politica italiana ha spinto lo spread btp/bund a superare i 360 pb dai 323 dell’avvio, quello bono/bund a 437 pb, per poi arretrare nel corso del pomeriggio. Riteniamo che la debolezza di Italia e Spagna continuerà ancora a lungo. Per l’Italia sarà fondamentale analizzare la capacità del Tesoro di raccogliere fondi sul mercato primario nelle aste di mercoledì (BOT) e giovedi (BTP). Stimiamo, inoltre, che i problemi politici italiani contageranno anche il paese iberico con un possibile forte aumento dei rendimenti dei governativi spagnoli, riportando d’attualità la possibilità che il Governo di Madrid possa richiedere, in tempi brevi (prossime 3/6 settimane) l’attivazione del piano di salvataggio.

Italia: Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) in forte calo in avvio, limita le perdite nel pomeriggio A Piazza Affari il Ftse Mib ha terminato con un calo del 2,20% a 15354 punti dopo aver recuperato nel finale. Dal punto di vista tecnico lo scenario di breve periodo dell’indice italiano è peggiorato notevolmente dopo la rottura di importanti supporti. Stimiamo che l’eventuale cedimento dello strategico sostegno in area 14900 potrebbe gettare le basi per una forte accelerazione ribassista che proietterebbe i prezzi verso 14500. Timidi segnali di ripresa giungeranno solamente con il superamento della resistenza a 15600 circa. Sul fronte societario sono da segnalare le forti vendite sul comparto bancario legate all’aumento dello spread btp/bund.

, Valute: eur/usd apre con un gap ribassista ma poi riprende quota Sul fronte valutario, avvio in forte calo per l’euro/dollaro con un gap down di circa 40 pips sulla scia dell’instabilità politica italiana. Nel corso della giornata il cross è riuscito a recuperare terreno tornando sui livelli evidenziati venerdi’ scorso. Tuttavia per rendere la reazione dell’eur/usd significativa servirà una vittoria al di sopra delle resistenze a 1,2952 e 1,2973, oltre alle quali si creerebbero i presupposti per un allungo in direzione di 1,30. Attenzione, invece, che il cedimento del sostegno in area 1,2880 annullerebbe le suddette prospettive grafiche introducendo una rovinosa caduta fino a 1,2839 almeno.

Macro: deboli dati macro in Italia Sul fronte macro, in Italia l’Istat ha reso noto che la produzione industriale è scesa dell’1,1% (consensus -0,2%). Confermate le stime sul PIL del 3T (-0,2% t/t, -2,4% a/a). Riteniamo che tali dati abbiano avuto poca influenza sui mercati finanziari. La nostra sensazione rimane che le recenti turbolenze siano solamente legate all’instabilità politica.

Titoli di Stato: spread btp/bund supera i 360 pb ma poi arretra Sul fronte governativo, lo spread btp/bund è salito al di sopra dei 360 pb per poi chiudere a 352 pb. Grande attesa per le aste italiane di mercoledì e giovedì.

Commodity (Euronext: COMIN.NX - notizie) Tra le commodity, bene l’oro in rialzo a 1713 dollari l’oncia. In crescita anche il petrolio. Il cfd sul light crude si attesta a 86,50 dollari al barile.

FILIPPO DIODOVICH Market Strategist Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.525,53 0,14% 02:42 CEST

Ultime notizie dai mercati