Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.848,58
    -214,97 (-0,93%)
     
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,64 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,92 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    28.966,01
    -1.202,26 (-3,99%)
     
  • Petrolio

    61,66
    -1,87 (-2,94%)
     
  • BTC-EUR

    39.196,89
    -597,70 (-1,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    912,88
    -20,25 (-2,17%)
     
  • Oro

    1.733,00
    -42,40 (-2,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    -0,0099 (-0,81%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    28.980,21
    -1.093,96 (-3,64%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.636,44
    -48,84 (-1,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8667
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0965
    -0,0048 (-0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,5380
    +0,0036 (+0,24%)
     

L'Inter ringrazia Eriksen e vola in semifinale: 2-1 in rimonta al Milan, Ibra segna e si fa espellere

Omar Abo Arab
·2 minuto per la lettura

È l'Inter a volare in semifinale di Coppa Italia dopo la vittoria in rimonta, 2-1, sul Milan.

Tomori contro Sanchez | Marco Luzzani/Getty Images
Tomori contro Sanchez | Marco Luzzani/Getty Images

Il primo sussulto lo regala il Milan dopo pochi secondi, con una bella azione di prima che porta al tiro Leao: palla fuori di un soffio. L'Inter risponde subito con un cross di Perisic per Lukaku, ma Kjaer è provvidenziale a mettere in corner. Al 12' grande occasione per il Milan con una grande azione, e cross annesso, di Leao che trova la testa di Ibrahimovic che diventa una sponda per l'accorrente Diaz che, da zero, metri non arriva sul pallone. Al 24' è l'Inter ad andare vicina al vantaggio con Lukaku, che però trova la gran risposta di piede di Tatarusanu in controtempo. Alla mezz'ora il vantaggio del Milan: lo firma Ibrahimovic, a cui Kolarov lascia il tempo di tirare, con una conclusione che incrocia e bacia il palo prima di lasciare Handanovic immobile ed entrare per l'1-0 rossonero.

Ibrahimovic dopo il gol del vantaggio | MIGUEL MEDINA/Getty Images
Ibrahimovic dopo il gol del vantaggio | MIGUEL MEDINA/Getty Images

Al 37' nerazzurri vicini al pareggio con Sanchez di testa, ma la doppia deviazione sulla linea di Leao e Tomori sventa il pericolo: il cileno avrebbe potuto fare qualcosa in più. Sul finire del primo tempo scoppia un parapiglia tra Lukaku e Ibrahimovic, poco prima del tiro di Brozovic che sfiora l'eurogol. La lite tra i due ex compagni (entrambi ammoniti), però, continua anche nel sottopassaggio

Il parapiglia Lukaku-Ibrahimovic | Marco Luzzani/Getty Images
Il parapiglia Lukaku-Ibrahimovic | Marco Luzzani/Getty Images

Nella ripresa Conte inserisce Hakimi, ma Tatarusanu è protagonista due volte: prima sulla punizione tagliata di Kolarov, poi sulla botta di Sanchez. Al 54' Tomori fondamentale a chiudere sul tacco ravvicinato di Lukaku, ma poco dopo arriva un fallo inutile di Ibrahimovic che si prende un secondo giallo inutile e lascia i suoi in dieci uomini. Al 69' rigore per l'Inter: Valeri, coperto, non vede un fallo netto di Leao su Barella, ma il VAR lo richiama e l'arbitro assegna giustamente il penalty. Dal dischetto Lukaku non sbaglia e realizza l'1-1.

Il rigore di Lukaku | Marco Luzzani/Getty Images
Il rigore di Lukaku | Marco Luzzani/Getty Images

Al 73' si fa male... l'arbitro. Valeri viene sostituito dal quarto uomo Chiffi che entra a freddo e diventa il direttore di gara. La gara riprende con l'Inter ancora avanti e il tentativo di Hakimi dal limite, troppo centrale. All'88° Lautaro spreca una grande occasione dopo l'errore di Kessie calciando centrale su Tatarusanu. Passa 1' e ancora Tatarusanu compie un vero miracolo sulla girata ravvicinata di Lukaku. In pieno recupero l'assalto Inter va a segno: Lautaro si guadagna una punizione dal limite di cui si incarica il neo entrato Eriksen. La parabola del danese è perfetta e lascia Tatarusanu immobile, 2-1.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan, dell'Inter e della Serie A.