Italia Markets closed

LIVE - Voto Usa, l'analisi di Capital Group: "Un Congresso diviso favorisce l'azionario"

Redazione
·5 minuto per la lettura
LIVE - Voto Usa, l'analisi di Capital Group: <br />
LIVE - Voto Usa, l'analisi di Capital Group:

Commenti degli esperti, analisi, reazioni dei mercati: tutto quello che c'è da sapere nella diretta della seconda giornata di scrutini delle presidenziali americane

Con Biden a un passo dal raggiungimento della soglia dei 270 grandi elettori dopo aver vinto in Michigan e Wisconsin, il quadro sembra essere più chiaro anche per gli investitori. Il candidato democratico è a 253 grandi elettori ed è in vantaggio in Nevada, Arizona e in rimonta in Pennsylvania e Georgia. Trump è avanti in North Carolina, ma ha già annunciato la volontà di chiedere riconteggi e presentare ricorsi, atteggiamento che può ritardare l’ufficializzazione del nuovo presidente. Anche oggi, dopo la diretta di ieri che trovate qui, vi proponiamo tutti i commenti, le analisi e le reazioni dei mercati in questa seconda giornata di scrutini.

17:31 CAPITAL GROUP: CONCENTRARSI SU OBIETTIVI DI LUNGO TERMINE

“C'è comprensibilmente molta ansia in questo momento, ma gli investitori dovrebbero evitare un errore frequente, quello di reagire agli eventi politici a breve termine piuttosto che concentrarsi sui loro obiettivi a lungo termine” fa presente Matt Miller, Economista politico di Capital Group. Inoltre, chiunque vinca tra Biden e Trump, avrà l’arduo compito di cercare di portare unità e di sanare le ferite di una nazione spaccata in due. “Incidentalmente, secondo la nostra analisi, i mercati hanno ottenuto i risultati migliori proprio sotto un Congresso diviso”, puntualizza Miller che, in qualità di investitore, cerca di concentrarsi sui fondamentali sottostanti che sono alla base dell'economia e degli utili aziendali: questo spesso ha molto poco a che fare con chi vince le elezioni.

16:05 PICTET AM: CONGRESSO DIVISO FORSE SCENARIO PIÙ FAVOREVOLE

“Non si è verificato l’atteso risultato eclatante per Biden, ma forse questo è il migliore degli scenari perché il policy mix, con presidenza sostenuta da un Congresso diviso, è già noto. In più, rispetto a prima manca l’elemento potenzialmente destabilizzante rappresentato da Trump. Prevediamo un maggiore coinvolgimento delle aree moderate dei due schieramenti e in generale una politica più prevedibile da parte de Biden, che attualmente sembra molto vicino alla vittoria”, spiega Andrea Delitala Head of Euro Multi Asset di Pictet AM. Una delle prima mosse di portafoglio di Pictet AM è stata ridurre l’esposizione alle small cap Usa, che senza una netta vittoria democratica non potranno probabilmente beneficiare dei consistenti aiuti previsti.

15:50 WALL STREET APRE IN FORTE RIALZO

Wall Street apre in deciso rialzo, gli investitori sono praticamente certi della vittoria di Biden, e apprezzano il successo dei repubblicani in Senato, perché di fatto impedirebbe a Joe Biden di imporre un aumento della tassazione fiscale. In apertura della contrattazioni a Wall Street, il Dow Jones segna +1,65%, lo S&P 500 +1,84%, sfondando la barriera dei 3.500 punti, in forte rialzo anche il Nasdaq (+2,19%).

14:44 CLEARBRIDGE INVESTMENTS: IL MERCATO AZIONARIO PIÙ FORTE DEL GOVERNO DIVISO

"Penso che ad oggi tanta dell’incertezza che avevano i mercati non ci sia più e, anche se la situazione non si è ancora risolta, va notato che le altre volte in cui abbiamo avuto un “governo diviso” – come pare accadrà dopo questa tornata elettorale – il mercato azionario è comunque andato bene.Guardando indietro si vede che quando in contemporanea abbiamo avuto un democratico alla Casa Bianca e un Congresso “Diviso” i mercati sono cresciuti di circa il 13% e non abbiamo motivi di pensare che questa volta sarà diverso", commenta Scott Glasser, Co-CIO di ClearBridge Investments.

11:57 ALLIANZGI: OCCHIO A ENERGIE PULITE E RESIDENZIALE NEL POST-ELEZIONI

Il consiglio agli investitori da parte di AllianzGI , che allarga lo sguardo anche alla pandemia, è di monitorare attentamente dati macro come occupazione, salari e inflazione. AllianzGI sottolinea che negli Usa i settori value/ciclici come industria, finanza ed energia sono stati duramente colpiti quest’anno, mentre le aree growth come tecnologia e beni di consumo discrezionale hanno guadagnato terreno. Ma aggiunge che nei prossimi 12 mesi la situazione potrebbe capovolgersi indipendentemente dall’esito elettorale. Nel post-elezioni gli investitori potrebbero anche decidere di concentrarsi su tematiche specifiche. Comparti ciclici, come alcuni segmenti industriali, energia e finanza, nuove tecnologie con potenziale di crescita a lungo termine come 5G, intelligenza artificiale e cybersecurity, infrastrutture, settore residenziale Usa ed energie pulite, potrebbero rivelarsi i potenziali vincitori nell’era successiva alle elezioni Usa del 2020. (qui il commento completo)

11:07 BORSE EUROPEE POSITIVE, BENE TOKYO. IN RIALZO I FUTURES USA

Buona partenza per le Borse europee: Milano apre a +0,90%, Francoforte +0,59%, Parigi +0,62%, Madrid +0,55% e Londra +0,29% che nel corso delle ore hanno incrementato i rialzi. Milano guida i listini europei con un rialzo dell'1,8% e Tenaris in evidenza, oltre il punto percentuale anche Francoforte. La Borsa di Tokyo archivia la seduta a +1,73%, sui massimi da ottobre 2018. Positivi anche i futures dei principali indici di Wall Street, con il Nasdaq nuovamente in evidenza (+2,3%) dopo il rally di ieri dei titoli tecnologici. I futures di Dow Jones e S&P 500 viaggiano con rialzi superiori all’1,5%. In netto rialzo anche Hong Kong (+3,25%) e Shanghai, che chiude a +1,3%.

09:45 VONTOBEL AM: AZIENDE USA PREPARATE A SUPERARE QUALSIASI ESITO

“Un lungo periodo di contrattazione sul risultato elettorale rappresenterebbe un risultato ribassista per i mercati finanziari a causa dell'accresciuta incertezza, ma sarà di natura temporanea. Infatti, le aziende statunitensi sono entrate nella fase di recupero del ciclo del credito e sono ben preparate a resistere alla volatilità con saldi di cassa aziendali ai massimi storici”, spiega Christian Hantel, Senior Portfolio Manager di Vontobel Asset Management. “Nel caso in cui l'incertezza del mercato dovesse persistere, la Fed potrebbe facilmente ripristinare la fiducia nel mercato del credito alle imprese intensificando le proprie attività nel quadro delle linee di credito del mercato primario e secondario. Pertanto, qualsiasi allargamento dello spread dovrebbe risultare modesto e le condizioni di liquidità dovrebbero rimanere favorevoli”, aggiunge l’esperto.

09:33 ASI: PREOCCUPANTE DIPENDENZA DALLA FED

“La reazione dei mercati finora è stata decisamente ordinata – commenta James Athey, Investment Director di Aberdeen Standard Investments - La mancanza di chiarezza indirizza l’attenzione sulle prossime mosse della Fed. Parte della quiete sui mercati si basa sulla consapevolezza che la Fed interverrà in caso di un aumento significativo della volatilità. Ciononostante occorre anche considerare che l’intervento della Fed non è poi scontato se le acque restano completamente imperturbabili. Un Congresso diviso, per non parlare di un risultato controverso, è un cattivo