Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.930,34
    -128,18 (-0,37%)
     
  • Nasdaq

    14.716,84
    +56,27 (+0,38%)
     
  • Nikkei 225

    27.581,66
    -388,56 (-1,39%)
     
  • EUR/USD

    1,1822
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    33.950,59
    +1.823,83 (+5,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    941,67
    +11,74 (+1,26%)
     
  • HANG SENG

    25.473,88
    +387,45 (+1,54%)
     
  • S&P 500

    4.394,01
    -7,45 (-0,17%)
     

Lombardia: crescono export e fiducia imprese ma anche la disoccupazione

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 giu. (askanews) - In crescita l'export lombardo nel primo trimestre 2021, trainato dalle buone performance dei settori dell'elettronica, dell'alimentare e del farmaceutico: le esportazioni rimbalzano del +3,5% rispetto a inizio 2020, ma ancora non vengono recuperati i livelli pre-pandemia: -0,8% rispetto al primo trimestre 2019, che significa 256 milioni di fatturato estero non realizzato dalle imprese lombarde.

Un'intensificazione della fase favorevole del manifatturiero è attesa in questi mesi e in prospettiva, in considerazione dell'aumento a maggio della fiducia delle imprese lombarde e del Nord Ovest, sui massimi da fine 2017. Anche i servizi proseguono il recupero, grazie all'allentamento delle restrizioni, e la fiducia torna positiva e sui massimi dalla primavera 2018. Rimane critica invece la situazione del mercato del lavoro: sono 193mila gli occupati in meno nel primo trimestre rispetto a un anno prima e 90mila i disoccupati in più nello stesso periodo. Sono alcuni dei dati evidenziati nel booklet economia a cura del Centro Studi di Assolombarda, pubblicato su Genio & Impresa, il web magazine dell'Associazione.

All'interno del manifatturiero, il quadro del recupero a inizio 2021 rispetto al pre Covid si polarizza ulteriormente tra settori. A segnare risultati negativi la moda che in Lombardia registra una diminuzione di fatturato estero di 453 milioni (-13%) nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo del 2019; ad essere interessata è principalmente Milano (-107 milioni), a seguire Como (-105 milioni). In calo la meccanica regionale in valori assoluti con -251 milioni, di questi 222 milioni solo per le imprese milanesi, mentre i -252 milioni registrati dall'automotive lombarda si distribuiscono prevalentemente tra Varese (-184 milioni), Milano (-96 milioni) e Brescia (-31 milioni). Tra i settori più performanti, l'aumento della farmaceutica è di ben 338 milioni, spinta da Milano (+168 milioni) e Monza Brianza (+75 milioni), quello dell'elettronica, pari a 324 milioni, si concentra a Lodi per quasi la metà (+157 milioni). Infine, l'alimentare lombardo supera di 115 milioni i valori di export del 2019, un risultato raggiunto grazie in particolare a Milano (+65 milioni), ma bene anche a Mantova (+29 milioni), Cremona (+18 milioni) e Pavia (+9 milioni).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli