Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,2039
    +0,0059 (+0,49%)
     
  • BTC-EUR

    46.731,96
    +26,17 (+0,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.275,50
    -23,46 (-1,81%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     

De' Longhi vede cagr vendite 10-12%, margine Ebitda +40/+100 pb in 2021-23

·1 minuto per la lettura
Il logo DeLonghi a Berlino

MILANO (Reuters) - De' Longhi conferma la propria strategia per il triennio 2021-23 che vede una crescita media annua delle vendite a due cifre e un aumento della marginalità sui ricavi.

Nel dettaglio è attesa una crescita media annua (cagr) delle vendite tra il 10 e il 12% a cambi costanti, inclusa la società neo acquisita Capital Brands. A parità di perimetro la crescita è "mid to high single digit", dice una nota.

Il margine dell'ebitda adjusted sui ricavi è visto in aumento tra 40 e 100 punti base entro il 2023, tenendo conto anche di Capital Brands rispetto al 15,6% riportato nel 2020.

Nel triennio il gruppo si aspetta una generazione di cassa di 250 milioni circa l'anno in media e investimenti industriali per 100 milioni circa, addizionali rispetto a quelli ordinari, dai 45 milioni dei tre anni precedenti.

De' Longhi "continua a sondare ogni opportunità di espansione in geografie e/o categorie di prodotto che possano accelerare il trend di crescita, mantenendo fermo il focus sulla coerenza in termini di core business e sulla creazione di valore", si legge nella nota.

In particolare il gruppo ha "una presenza non pienamente espressa rispetto alle potenzialità del mercato" in aree come Nord America e Asia e vede significative opportunità di crescita sia nella regione occidentale che in quella orientale dell'Europa.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Roma Stefano Bernabei)