Italia markets open in 3 hours 22 minutes
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    26.863,33
    -138,19 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,0673
    -0,0023 (-0,21%)
     
  • BTC-EUR

    27.419,09
    -1.009,18 (-3,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    655,65
    -19,23 (-2,85%)
     
  • HANG SENG

    20.169,52
    -300,54 (-1,47%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Lorenzo Parelli: cosa è accaduto dopo la sua morte

·1 minuto per la lettura
Polizia
Polizia

La morte di Lorenzo Parelli, lo studente deceduto a Udine nel corso di uno stage formativo, ha generato manifestazioni in tutta Italia. Si segnalano, in particolare, scontri a Roma e Milano. In data 28 gennaio la Rete degli studenti medi ha vissuto una giornata all’insegna della mobilitazione. La Rete ha inoltre rilasciato il seguente messaggio riportato dal Messaggero: “Questa non è scuola, non è lavoro. Vogliamo sicurezza e diritti, stop Pcto e stage che insegnano la precarietà”. La manifestazione è partita da Udine alle 9 in Piazza Primo Maggio. Qui studenti e studentesse si sono riuniti in memoria del giovane Lorenzo.

Lorenzo Parelli: petardi e bombe carta a Roma

Un comunicato relativo alla triste fine di Lorenzo Parelli fa sapere come studenti e studentesse riunitisi in memoria del giovane morto nel corso del PCTO hanno intenzione di “lanciare un segnale affinché Ministero e Governo diano risposte”. A Roma, nel corso del corteo organizzato dal movimento studentesco “La Lupa” si sono verificati lanci di bombe carta verso le forze dell’ordine lì presenti. I momenti di tensione si sono registrati in via degli Annibaldi.

Incidenti anche a Napoli

Da segnalare, inoltre, incidenti avvenuti a Napoli in Piazza dei Martiri, davanti alla sede dell’Unione degli Industriali. Sono infatti scoppiate tensioni tra studenti e attivisti dei Centri sociali, lì presenti per ricordare Lorenzo Parelli tramite una manifestazione, e le forze dell’ordine. C’è stato un lancio di vernice rossa sul portone della sede, da parte dei manifestanti. Questi, inoltre, hanno provato a forzare il cordone delle forze dell’ordine.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli