Italia Markets close in 3 hrs 36 mins

Lottomatica-Sisal, braccio di ferro sul SuperEnalotto

webinfo@adnkronos.com

Con la gara che si è conclusa questa estate la concessione di 9 anni del SuperEnalotto è stata attribuita a Sisal. La compagnia milanese ha avanzato un'offerta economica di 220 milioni di euro e per la gestione del gioco ha proposto un aggio dello 0,5% sulla raccolta. Lottomatica, a quanto s'apprende, ha però impugnato l’aggiudicazione presentando un ricorso al Tar Lazio. Nel ricorso sottolinea che Sisal ha offerto un aumento del 220% sull'una tantum richiesta dal bando, e ha abbattuto l'aggio di circa il 90% rispetto ai termini di gara.  

In sostanza, per la ricorrente questa offerta sarebbe anomala: con un aggio così ristretto la Sisal non sarebbe in grado recuperare l'una tantum. Secondo Lottomatica una concessione gestita in perdita potrebbe mettere a rischio anche la tenuta del gioco, e comportare di conseguenza un dei danni all'Erario. Al Tar è stato quindi chiesto, in attesa di consistere i giustificativi presentati da Sisal alla commissione di gara, di verificare la possibile anomalia dell’offerta.‎