Italia markets open in 2 hours 5 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.360,94
    -57,57 (-0,25%)
     
  • EUR/USD

    1,1756
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    11.273,70
    +2,99 (+0,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    262,25
    -10,44 (-3,83%)
     
  • HANG SENG

    24.552,80
    -156,00 (-0,63%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Luiss, Festival Sviluppo Sostenibile 2020: record ascolti per l'11esima tappa

Red
·1 minuto per la lettura

Roma, 2 ott. (askanews) - A ospitare uno degli appuntamenti centrali del "Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020", ideato e promosso da ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), è stata la Luiss Guido Carli. Al dibattito "Patto per l'occupazione dei giovani: una sfida necessaria" hanno preso parte i maggiori rappresentanti di CGIL, CISL e UIL; Laura Di Raimondo, Direttore Generale di Asstel-Confindustria; Enrico Giovannini, Portavoce di ASviS; Roberto Pessi, Prorettore alla Didattica della Luiss; e Luciano Monti, Docente di Politiche UE alla Luiss nonché coordinatore del Gruppo di Lavoro Goal 8 (Lavoro dignitoso e crescita economica) del programma AsviS. Scopo dell'evento, seguito via streaming da oltre 15 mila persone: creare una vera e propria "call to policy" per conseguire gli Obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, facendo così ricorso alle ingenti risorse messe a disposizione dell'Unione Europea nel quadro del Recovery Fund e della nuova programmazione 2021-2027. Al termine del webinar, i relatori hanno dato ampia disponibilità per stipulare un patto sull'occupazione giovanile attraverso la creazione di un tavolo di confronto per la creazione di azioni concrete ed efficaci volte a migliorare l'attuale situazione. Situazione che - seppur in leggero miglioramento - resta nel nostro Paese comunque preoccupante, soprattutto a seguito dell'emergenza Covid. Infatti, come ricordato dall'OCSE, a farne le spese sono stati, in particolar modo, i giovani lavoratori precari o autonomi.