Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.500,62
    -834,95 (-2,95%)
     
  • Nasdaq

    11.292,07
    -256,22 (-2,22%)
     
  • Nikkei 225

    23.494,34
    -22,25 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,1822
    -0,0046 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    10.894,76
    -204,32 (-1,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    256,83
    -6,58 (-2,50%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,68 (+0,54%)
     
  • S&P 500

    3.381,62
    -83,77 (-2,42%)
     

Luxottica estende programma prevenzione Covid-19 a maison Versace

Rar
·2 minuti per la lettura

Milano, 6 ott. (askanews) - Luxottica e Versace insieme per la prevenzione del Covid-19 tra i dipendenti. Il gruppo fondato da Leonardo Del Vecchio condividerà, infatti, con la maison parte del suo programma interno di prevenzione, screening e ricerca. Uno degli elementi cardine del programma è il "protocollo tamponi" introdotto sotto il coordinamento scientifico del Dipartimento di Medicina Molecolare diretto dal Prof. Andrea Crisanti dell'Università di Padova. Grazie al significativo supporto della Fondazione Leonardo Del Vecchio, l'ateneo ha creato un nuovo Laboratorio Covid-19 in grado di elaborare fino a un massimo di 40.000 test diagnostici al mese. Luxottica e l'Università di Padova estenderanno ora la possibilità di accedere al programma di sorveglianza attiva e ricerca ai principali partner di Luxottica in Italia, a cominciare da Versace. I dipendenti di Versace potranno sottoporsi a un tampone su base volontaria per rilevare la presenza del nuovo coronavirus. "Siamo felici di poter mettere a disposizione il nostro modello di prevenzione aperto e le nostre risorse a tutti i partner in Italia che vogliono unirsi a noi in questa iniziativa e in particolare a Versace, i cui valori sono sempre stati allineati ai nostri, per servire la comune priorità di proteggere la salute e la sicurezza delle nostre organizzazioni", ha spiegato Francesco Milleri, vice presidente e amministratore delegato di Luxottica. "Siamo orgogliosi di collaborare con Luxottica e con il Dipartimento di Medicina Molecolare dell'Università degli Studi di Padova per offrire a tutti i dipendenti Versace l'opportunità di sottoporsi al tampone per la diagnosi tempestiva di eventuale positività al virus", ha commentato Jonathan Akeroyd, amministratore delegato di Versace. "I tamponi, il metodo più efficiente ed affidabile per identificare i casi di contagio e i possibili asintomatici, sono stati effettuati nelle sedi di Milano e Novara già a partire da luglio, e una seconda fase è prevista in autunno. Non si tratta solo di un dovere nei confronti dei nostri dipendenti, ma dell'intera comunità di cui facciamo parte, con l'obiettivo di fermare la diffusione di Covid-19".