Italia markets open in 6 hours 54 minutes
  • Dow Jones

    34.156,69
    +265,67 (+0,78%)
     
  • Nasdaq

    12.113,79
    +226,34 (+1,90%)
     
  • Nikkei 225

    27.498,38
    -187,09 (-0,68%)
     
  • EUR/USD

    1,0735
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    21.731,88
    +335,27 (+1,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    538,74
    +12,78 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    21.298,70
    +76,54 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.164,00
    +52,92 (+1,29%)
     

Lvmh nomina nuovo Ceo Louis Vuitton, figlia Delphine Arnault a capo di Dior

Bernard Arnault e Delphine Arnault durante la Settimana della Moda Uomo a Parigi

PARIGI (Reuters) - Il presidente e Ceo di Lvmh Bernard Arnault ha riorganizzato i vertici del suo impero del lusso, rafforzando la presa della famiglia con la nomina della figlia Delphine alla guida di Christian Dior e nominando un nuovo capo per Louis Vuitton.

Pietro Beccari, a capo di Dior dal 2018, prenderà il posto di Michael Burke, 65 anni, come Ceo di Louis Vuitton.

"Entrambi sono figure rispettate; promozioni logiche all'interno del gruppo", commenta Natasha Brilliant, analista di Credit Suisse.

Il titolo di LVMH, la società di maggior valore in Europa per circa 380 miliardi di capitalizzazione, è in rialzo dell'1,6% dopo aver toccato nuovi massimi. Il settore del lusso recentemente è stato sostenuto dall'allentamento delle restrizioni anti-Covid in Cina, un mercato chiave per il segmento.

Delphine Arnault, 47 anni, ha lavorato per Louis Vuitton negli ultimi dieci anni al fianco di Burke e in precedenza ha trascorso una dozzina di anni a Dior.

Burke, il luogotenente più longevo di Bernard Arnault ed ex presidente della controllata Tiffany, continuerà a lavorare al fianco del patriarca Arnault, ha detto l'azienda in un comunicato, senza specificare il suo nuovo ruolo.

Burke, uno dei dirigenti più influenti dell'industria della moda, ha supervisionato la crescita vertiginosa di Louis Vuitton, il marchio di lusso più grande del mondo, svolgendo un ruolo chiave, ad esempio, nell'elevare negli ultimi anni la 'street fashion' al mondo del lusso.

Beccari - che in precedenza ha guidato anche il marchio Fendi - ha invece triplicato le vendite di Christian Dior durante il suo mandato, fino a 6,6 miliardi di euro in base alle stime di Citi. Lvmh non fornisce una ripartizione delle vendite annuali dei singoli marchi.

"La pianificazione delle successioni nei ruoli strategici è stata determinante per il successo dei marchi principali di Lvmh negli ultimi 20 anni, quindi le mosse di oggi sono significative", ha detto Thomas Chauvet, analista di Citi.

I cambiamenti annunciati, che entreranno in vigore a febbraio, fanno seguito alla recente nomina di Antoine Arnault, figlio maggiore di Bernard Arnault, a capo della holding di famiglia, in sostituzione del veterano Sidney Toledano.

Il rafforzamento del controllo della famiglia sul proprio impero arriva anche nel contesto di un'ondata di successioni di alto profilo in altre aziende di moda in Europa.

Bernard Arnault, 73 anni, non ha dato segni di voler lasciare a breve l'incarico e lo scorso anno l'azienda ha alzato l'età massima per il Ceo del gruppo a 80 anni da 75 anni.

Delphine e Antoine, 45 anni, sono figli del primo matrimonio.

Alexandre Arnault, 30 anni, è un dirigente di Tiffany mentre Frederic Arnault, 27 anni, è Ceo di TAG Heuer. Il più giovane, Jean Arnault, 24 anni, dirige il marketing e lo sviluppo dei prodotti per la divisione d'orologeria di Louis Vuitton.

In questa ondata di cambiamenti manageriali, c'è anche il passaggio di Tiffany nella divisione di orologeria e gioielleria del gruppo sotto la direzione di Stephane Bianchi.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Claudia Cristoferi)