La maggior parte delle borse europee chiude in moderato rialzo

La maggior parte dei principali indici azionari europei ha chiuso oggi in rialzo. IlFTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,2%, il CAC40 a Parigi lo 0,1%, il DAX a Francoforte lo 0,6% e lo SMI a Zurigo lo 0,5%. L'IBEX 35 a Madrid ha perso lo 0,1% e il FTSE MIB a Milano lo 0,3% L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro , è salito dello 0,1%. 
L'Eurogruppo e l'FMI hanno finalmente raggiunto un accordo sugli aiuti alla Grecia. La notizia ha spinto le borse del Vecchio Continente in apertura. In seguito gli indici si sono indeboliti dopo che l'OCSE ha tagliato le sue previsioni sull'economia nel 2012 e nel 2013. A frenare gli acquisti sono stati inoltre i timori legati all'incombente "fiscal cliff" negli USA.
I bancari hanno guidato la lista dei rialzi. Deutsche Bank ha guadagnato il 2,3%, Société Générale il 2,2% e Credit Suisse l'1,4%.
Royal Bank of Scotland ha guadagnato il 3,5%. J.P. Morgan ha alzato il suo rating sul titolo della banca brittanica da "Neutral" ad "Overweight".
Carrefour ha chiuso in rialzo dell'1,3% Secondo delle voci di stampa il gigante del commercio al dettaglio avrebbe l'intenzione di aprire dei nuovi ipermercati in Cina.
Remy Cointreau
ha guadagnato il 6,4%. Il produttore di alcolici ha registrato nel primo semestre del corrente esercizio un aumento dell'utile operativo superiore alle previsioni degli analisti.
Il settore delle telecomunicazioni è stato particolarmente debole. BT Group , Deutsche Telekom ha perso lo 0,9%, France Télécom il 2%, Telecom Italia il 3,2%, Telefónica lo 0,9% e Vodafone lo 0,5%. Moody’s ha avvertito che alcuni operatori telefonici europei potrebbero aver bisogno di un aumento di capitale.
Il calo del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. Royal Dutch Shell ha perso lo 0,7%, Total l'1,2% e BG Group l'1,1%.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito