Italia markets open in 2 hours 33 minutes
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.098,90
    -586,47 (-1,98%)
     
  • EUR/USD

    1,2066
    +0,0025 (+0,21%)
     
  • BTC-EUR

    45.678,93
    -1.899,58 (-3,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.236,66
    -62,30 (-4,80%)
     
  • HANG SENG

    29.105,73
    -0,42 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     

Maiolica(Grant Thornton): mercato post Covid sarà molto mutato

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 18 mar. (askanews) - "Con la conclusione delle moratorie e le misure di ristoro da parte del Governo, gli imprenditori dovranno implementare nuove strategie per tamponare da una parte i danni subiti dalla pandemia ma, soprattutto, per riposizionarsi competitivamente in un mercato nel frattempo profondamente mutato". Lo ha sottolineato il partner e ceo di Grant Thornton Financial Advisory Services, Sante Maiolica, durante l'edizione 2021 del "Premio Industria Felix - La Lombardia che compete".

"Le opzioni a disposizione del sistema imprenditoriale - ha aggiunto riferendosi in particolare ai bisogni delle Pmi - sono molteplici e differenti, alcune alternative altre complementari. Nell'immediato, ad esempio, la principale opzione a disposizione delle aziende è intervenire sulla struttura dei costi il cui effetto ha il vantaggio di agire immediatamente sull'equilibrio finanziario"

"Dall'altra parte - ha proseguito Maiolica - l'implementazione di strategie di M&A favorisce e velocizza i processi di adeguamento delle aziende più piccole e/o meno diversificate a strutture organizzative più ampie e solide, accrescendone il peso competitivo. Le aziende capaci di integrarsi tra di loro potranno finalmente avere organizzazioni adeguate ad un contesto competitivo sempre più globale e meno protetto".

"Tali processi di M&A, tuttavia, - ha concluso il rappresentante di Grant Thornton - non sono di facile implementazione, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale che, a vario livello, accresce la percezione del rischio e in molti casi amplia il gap valutativo tra la domanda e l'offerta. In tali circostanze, un'opzione è quella di perseguire le strategie di diversificazione, crescita e consolidamento in maniera endogena".