Italia markets close in 1 hour 56 minutes
  • FTSE MIB

    24.448,14
    -152,21 (-0,62%)
     
  • Dow Jones

    33.693,28
    +16,01 (+0,05%)
     
  • Nasdaq

    13.991,49
    -4,60 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    29.620,99
    -130,61 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    61,44
    +1,26 (+2,09%)
     
  • BTC-EUR

    53.445,06
    +374,79 (+0,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.374,79
    -0,99 (-0,07%)
     
  • Oro

    1.736,90
    -10,70 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1966
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.139,04
    -2,55 (-0,06%)
     
  • HANG SENG

    28.900,83
    +403,58 (+1,42%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.970,57
    +3,58 (+0,09%)
     
  • EUR/GBP

    0,8684
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,1034
    +0,0037 (+0,34%)
     
  • EUR/CAD

    1,5036
    +0,0062 (+0,42%)
     

Maire Tecnimont, utili e ricavi 2020 in calo causa Covid-19, cedola a 0,116 euro

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Il gruppo Maire Tecnimont chiude il 2020 con un utile netto consolidato di 54,2 milioni, in calo del 52,7% rispetto allo stesso periodo del 2019 su ricavi pari a 2,63 miliardi in contrazione del 21,2%.

Il Covid-19 ha avuto significativi impatti negativi sulle attività operative e sulla filiera di approvvigionamento in ogni singolo paese, che hanno subito notevoli rallentamenti ed interruzioni, dice una nota della oil service.

Il Cda propone una cedola di 0,116 euro per azione mediante utilizzo di riserve disponibili, per complessivi 38,1 milioni.

L'Ebitda è pari a 172,2 milioni. Tale risultato è stato conseguito grazie anche al positivo contributo delle iniziative di risparmio dei costi implementate, spiega la società.

Grazie alle acquisizioni del 2020, che ammontano a 2,73 miliardi, il portafoglio ordini al 31 dicembre 2020 è pari a a poco più di 6 miliardi.

Quanto alle prospettive per l'anno in corso la società sottolinea che "la pandemia da Covid-19 continua a influenzare i mercati anche se con l'avvio delle campagne vaccinali sta progressivamente rafforzandosi un sentimento di maggiore fiducia per una positiva evoluzione della situazione a livello globale".

Pertanto, "in considerazione dei contratti in portafoglio in corso di esecuzione nei prossimi trimestri sono attesi volumi di produzione in crescita, come già conclamato negli ultimi mesi dell'esercizio appena concluso, e con una marginalità in linea", conclude la nota.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)