Italia markets open in 3 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    30.967,82
    -129,44 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    11.322,24
    +194,39 (+1,75%)
     
  • Nikkei 225

    26.089,86
    -333,61 (-1,26%)
     
  • EUR/USD

    1,0271
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    19.371,19
    -494,87 (-2,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    430,84
    -9,18 (-2,09%)
     
  • HANG SENG

    21.535,06
    -318,01 (-1,46%)
     
  • S&P 500

    3.831,39
    +6,06 (+0,16%)
     

Mali, italiani rapiti: figlio atteso lunedì alla Farnesina

(Adnkronos) - L'altro figlio della coppia di italiani, rapita in Mali con il fratello, è atteso lunedì mattina in Farnesina. Salvo cambi di programma, secondo quanto apprende l'Adnkronos da fonti vicine alla famiglia, Daniele incontrerà chi si occupa del caso. Il fratello Giovanni, 42 anni, testimone di Geova, si era trasferito da tempo nel paese africano (sebbene non iscritto all'Aire), mentre i genitori - papà Rocco di 64 anni e la mamma Maria Donata di 62 - sarebbero partiti per il Mali un paio di anni fa. Nessuna conferma che anche loro fossero testimoni di Geova.

Da quanto trapela la coppia, poco prima della pandemia aveva deciso di andare a trovare il figlio Giovanni, testimone di Geova, che da tempo vive in Mali. Un viaggio che si è prolungato e che si è quasi trasformato in un cambio di vita. Ora i tre sono nelle mani presumibilmente da un gruppo Jihadista.

Sono ore di grande apprensione per l'altro figlio della coppia rapita ieri con il fratello. Il ragazzo che vive da poco in un piccolo comune in provincia di Lecco, anche se è cresciuto a Triuggio nel milanese, preferisce per ora mantenere un profilo basso. L'unico figlio della coppia che è rimasto in Italia non vuole parlare in questo momento e chiede - tramite le persone con cui è in contatto - "riservatezza" per sé e la sua famiglia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli