Italia Markets close in 3 hrs 29 mins

Scandalo Manchester City: vittoria e "bunga bunga" con 22 modelle

El goleador de Manchester City Sergio Agüero, derecha, junto con sus compañeros al salir de la cancha tras un partido contra Aston Villa en la Liga Premier inglesa el domingo, 12 de enero del 2020. Manchester City ganó 6-1. (AP Foto/Rui Vieira)

Post partita piccante per i giocatori del Manchester City, campioni d’Inghilterra in carica, che dopo il match vinto in trasferta per 6-1 contro l’Aston Villa hanno brindato al successo in una festa privata a pochi chilometri da Manchester. Ad intrattenere i giocatori 22 bellissime modelle, tra cui 15 influencer italiane. A dare la notizia, battuta inizialmente da Dagospia, anche il tabloid inglese The Sun.

Secondo quanto trapela, dopo il netto successo di Birmingham Pep Guardiola, tecnico dei citizenzs, aveva dato ai suoi serata libera per scaricare la tensione dopo un match importante in ottica classifica. Il City ha fatto egregiamente il suo lavoro in campo, affondando l’Aston Villa e riacciuffando il secondo posto ai danni del Leicester, poi nella tarda serata l’evento privato in un lussuoso albergo in campagna, lontano da occhi indiscreti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE - Guardiola e quella previsione sull’Atalanta

A far trapelare l’incontro, però, ci hanno pensato alcune delle ragazze invitate che, sui social, hanno mostrato alcune immagini della serata al “'Mere Golf Resort & Spa”.

Le 15 italiane, secondo quanto riportato, sono arrivate domenica sera in Inghilterra direttamente da Milano e, dopo una prima fase di relax tra spa e massaggi, sono state caricate su un pullman insieme ad alcuni dei giocatori che hanno potuto fare la loro conoscenza.

Il Sun, ricordando il famoso caso che ha visto coinvolto l’ex premier italiano Silvio Berlusconi, ha soprannominato lo scandalo “bunga bunga”. Il tabloid inglese ha appreso da una fonte vicina al club che si è trattato di una “festa di Natale in ritardo per i giocatori”. Ancora non è chiaro se il tecnico Guardiola fosse a conoscenza della presenza delle donne nell’albergo.