Italia markets close in 5 hours 20 minutes
  • FTSE MIB

    26.120,37
    +267,38 (+1,03%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,92
    -467,70 (-1,63%)
     
  • Petrolio

    71,59
    +3,44 (+5,05%)
     
  • BTC-EUR

    50.734,92
    +1.861,10 (+3,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.432,43
    -22,98 (-1,58%)
     
  • Oro

    1.798,10
    +10,00 (+0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,1292
    -0,0028 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    23.852,24
    -228,28 (-0,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.137,83
    +48,25 (+1,18%)
     
  • EUR/GBP

    0,8453
    -0,0035 (-0,41%)
     
  • EUR/CHF

    1,0445
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4374
    -0,0098 (-0,68%)
     

Manovra 2022, priorità taglio tasse Irpef e Irap

·2 minuto per la lettura

Il governo ha deciso di incrementare la somma di 2 miliardi di euro, che andranno al taglio delle tasse, con altri 6 miliardi ''destinando alla riduzione delle imposte 8 miliardi di euro'', attraverso la legge di bilancio 2022. ''La scelta sulla destinazione non è ancora compiuta. Nella elaborazione in legge bilancio si presume che siano state date due indicazioni: muoversi prioritariamente con un intervento che riguardi l'irpef e l'irap''. Lo afferma il sottosegretario al ministero dell'Economia, Maria Cecilia Guerra, intervenendo all'evento del Caf Cia, 'Al centro della riforma - Un fisco più equo per persone e comunità'.

Il sottosegretario conferma che nella manovra ''verrà confermata la cessione dei crediti'' d'imposta legati ai bonus per le ristrutturazioni edilizie. ''La legge di bilancio come sapete non è ancora stata presentata, quindi posso rimanere su indicazioni generali'', aggiunge. ''C'è sicuramente una proroga nell'applicazione dei bonus edilizi, con una caratteristica importante che è una scelta che caratterizza questo governo, cioè di dare un orizzonte temporale un po' più lungo in termini di detrazioni e crediti d'imposta''.

In passato, ricorda Guerra, le misure legate alle ristrutturazioni ''sono sempre state pensate temporanee e hanno avuto di solito una durata di un anno''. In questo caso, spiega il sottosegretario, ''l'orizzonte temporale viene spinto per tutto il triennio'' e per le misure già finanziate nel 2022 si arriva al 2025. Nel momento in cui legge di bilancio ''arriverà in parlamento e, ancora meglio, in cui uscirà tutti gli operatori sapranno esattamente cosa succede da lì ai prossimi 3-4 anni, che non è innovazione da poco'', sottolinea Guerra.

''Nel complesso sui crediti della ristrutturazione edilizia vengono impegnati qualche decina di miliardi quindi è un intervento molto significativo''. Il sottosegretario lancia però l'allarme su possibili abusi: nel campo dei bonus fiscali ''si stanno verificando degli abusi''. ''Bisogna rafforzare i controlli perché quelli appena partiti hanno già rilevato un abuso improprio e, talvolta, lo sconfinamento in usi a fine di riciclaggio di denaro sporco. Per cui un'attenzione ci deve essere''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli