Italia Markets closed

Manovra, Barbagallo: pochi 2,5 mld per cuneo, basta gioco 3 carte

Rar

Assago (Mi), 9 ott. (askanews) - Sulla riforma fiscale "smettiamola di fare il gioco delle tre carte e far pagare sempre ai lavoratori e ai pensionati di questo paese". A dirlo è il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, aprendo l'assemblea nazionale degli oltre 10mila delegati di Cgil, Cisl e Uil riuniti al Forum di Assago.

"Non bastano 2,5 miliardi per la riduzione delle tasse l'anno prossimo, sono circa 40 euro fino a 26mila euro - ha sottolineato - apprezziamo il metodo del confronto con il governo ma vogliamo portare a casa il risultato a partire dal fisco: bisogna ridurre le tasse ai lavoratori e ai pensionati che pagano più di tutti, il 98,5% dell'Irpef è pagato dai lavoratori dipendenti". "Ogni volta ci dicono che i soldi non ci sono e l'evasione fiscale allora? - ha osservato Barbagallo - L'evasione sull'Iva è di oltre 48 miliardi basterebbero recuperare metà di quella per trovare i 23 miliardi per le clausole di salvaguardia. Siamo stanchi di fare il bancomat del paese e di pagare le tasse per tutti".