Italia Markets closed

Manovra, Castelli: su asili nido politica strutturale

Cos

Roma, 15 nov. (askanews) - "Con noi al Governo, sia nel Conte 1 che nel Conte 2, si è sempre puntato sul tema degli asili nido, perché questo significa futuro, significa dare stabilità e sostegno alle famiglie che vogliono avere dei figli". Così il vice ministro dell'Economia e delle Finanze, Laura Castelli, nel corso di un video pubblicato su Facebook.

"Dallo scorso anno abbiamo aggiunto risorse al Fondo 0-6 anni della Buona Scuola, introducendo anche criteri di riparto perequativi per quelle risorse incrementali, che vanno quindi a vantaggio di quelle zone, prevalentemente del Sud, in cui ci sono meno asili nido", ha proseguito.

"In Italia, fino a qualche mese fa, esistevano Comuni a cui venivano date zero risorse, quasi come se in quei Comuni non ci fossero bambini. Questa cosa, che è sempre stato uno scandalo, è una di quelle che abbiamo risolto per prime", ha aggiunto.

Nella Legge di Bilancio 2020, poi, "abbiamo inserito un fondo per gli enti territoriali dedicato agli investimenti per la messa in sicurezza, ristrutturazione e costruzione di asili nido. Un fondo da 2,5 miliardi di euro, strutturale, che i Comuni potranno utilizzare per realizzare asili dove non ci sono. Con l'art. 34 del Disegno di Legge di Bilancio, su iniziativa del Governo e del Ministro per il Sud, rafforziamo la clausola sugli investimenti che riguardano il Mezzogiorno e riduciamo i divari territoriali. Nel riparto delle risorse stanziate dallo Stato si applicherà il criterio del 34%, proporzionale alla popolazione di riferimento. Ci siamo impegnati davvero per risolvere un problema annoso, raddoppiando anche il bonus sugli asili nido, che passa da 1.500 a 3.000 euro. Gli investimenti, il raddoppio del bonus ed i nuovi criteri di riparto fanno, come mai negli ultimi venti anni, una politica strutturale su un tema sociale che coinvolge tutte le famiglie e cambia la faccia di un Paese che vuole investire sul futuro".