Italia Markets closed

Manovra,Confimi: occhio a industria,ogni giorno chiudono 250 imprese -2-

Gab

Roma, 8 nov. (askanews) - E per questo Confimi Industria chiede che nella legge di Bilancio vengano inserite misure coraggiose, che ancora non si intravedono, per un vero sviluppo industriale.

Confimi Industria infatti ha fatto notare che "assoluta esigenza" per il mondo produttivo è la riduzione delle tasse sul lavoro che deve essere rivolta anche alle imprese e non soltanto giustamente ai lavoratori. "Uno dei fattori che rende meno competitive le imprese italiane, anche rispetto ai competitor europei, è proprio il cuneo fiscale", ricorda Ramaioli. "Una disparità che provoca a catena una serie di effetti depressivi sull'economia", aggiunge.

Al momento, secondo Confimi, "si stanno rimandando interventi risolutori per il rilancio competitivo delle industrie con il rischio di balzelli di tasse che se confermate sulla sugar tax, sugli imballaggi di plastica e su plastica di riciclo, sulle auto aziendali, su probabili aumenti di accise energetiche, probabilmente costeranno, tra l'altro, anche alle famiglie più dei 540 euro annui che si erano ipotizzati con l'aumento dell'Iva".