Italia Markets open in 7 hrs 36 mins

Manovra, Confindustria: Italia in bilico tra ripresa e recessione

Gab

Roma, 11 nov. (askanews) - "La situazione congiunturale vede ancora l'Italia in bilico tra ripresa e recessione. La nostra economia è stagnante. La variazione del Pil acquisita per quest'anno è ferma allo 0,2%". E' quanto ha osservato Marcella Panucci, direttore generale di Confindustria, in occasione di un'audizione sulla manovra nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

"Tra i Paesi avanzati - ha aggiunto - l'Italia è quello che cresce meno, come evidenziano le stime più recenti del Fondo Monetario Internazionale e della Commissione europea. Quest'ultima prevede ormai per l'Italia il ristagno nel 2019 e una variazione di appena lo 0,4% nel 2020".

Secondo gli industriali, "la domanda interna è l'anello debole dell'economia italiana". In particolare, "i consumi delle famiglie sono fiacchi da oltre un anno. Su di essi pesa l'aumento della propensione al risparmio, fenomeno sottolineato da tempo e attribuibile alla scarsa fiducia sulle prospettive future".

Panucci ha poi messo in evidenza il gap tra Nord e Sud che "è ancora troppo elevato. Mentre il Pil del Centro-Nord ha quasi recuperato i livelli pre-crisi, quello del Sud è ancora del 10% inferiore; rispetto al 2008, nel Centro-Nord ci sono 437 mila occupati in più, nel Sud quasi 300 mila in meno".

"Eppure, nonostante queste difficoltà - ha sottolineato - vi sono segnali che indurrebbero a previsioni più favorevoli sulla capacità del Paese di imboccare il sentiero di una ripresa robusta".