Italia Markets close in 1 hr 17 mins

Manovra,M5s: alloggi sociali con tassa su redditi e pensioni

Cos

Roma, 18 nov. (askanews) - Fino a 240 euro l'anno di trattenute da reddito di lavoro dipendente o autonomo o pensioni per finanziare un piano straordinario di costruzione di alloggi di edilizia residenziale pubblica denominato "Casa Mia", aggiuntivo, rispetto alle politiche di edilizia residenziale pubblica attuate dagli enti territoriali. Per un ammontare complessivo di 80 miliardi in venti anni.

La proposta, firmata dai senatori grillini Pellegrini e l'Abbate, punta a costruire 600mila alloggi sociali su tutto il territorio nazionale "tenendo conto delle diverse situazioni locali di disagio abitativo e seguendo un crono programma da approvare entro sei mesi dall'entrata in vigore" della manovra, attraverso un mix di coperture.

Il fondo sarà alimentato con contributi sulle retribuzioni e le pensioni da corrispondere il 30 giugno di ogni anno (uno per mille della retribuzione lorda mensile, a carico di lavoratori dipendenti e pensionati, per redditi lordi fino a 10.000 euro annui. Medesima percentuale sul reddito annuo lordo a carico dei lavoratori autonomi che rientrano nella stessa fascia di reddito; due per mille della retribuzione lorda mensile, a carico di lavoratori dipendenti e pensionati, per redditi lordi compresi tra 10.001 e 20.000 euro annui e medesima percentuale sul reddito annuo lordo a carico dei lavoratori autonomi che rientrano nella stessa fascia di reddito; tre per mille della retribuzione lorda mensile, a carico di lavoratori dipendenti e pensionati, per redditi lordi compresi tra 20.001 e 30.000 euro annui. Medesima percentuale sul reddito annuo lordo a carico dei lavoratori autonomi che rientrano nella stessa fascia di reddito; quattro per mille della retribuzione mensile, a carico di lavoratori dipendenti e pensionati, per redditi lordi oltre i 30.001 euro annui, fino a un massimo annuo di 240 euro. Medesime percentuale sul reddito annuo lordo e medesimo massimale a carico dei lavoratori autonomi che rientrano nella stessa fascia di reddito).

Risorse anche da un contributo pari a 700 milioni annui a carico dello Stato, come riduzione dei fondi trasferiti agli enti territoriali per il contrasto del disagio e dell'emergenza abitativa; un finanziamento di 400 milioni annui, da parte di Cassa Depositi e Prestiti, nell'ambito dei fondi destinati all'Edilizia Residenziale Pubblica; un finanziamento di 500 milioni da parte di Inail e/o di Casse di previdenza private; finanziamento di 800 milioni da reperire sul mercato finanziario nell'ambito dello sviluppo dello strumento del Rent to Buy. E ancora: risorse derivanti dai canoni degli alloggi destinati alla locazione temporanea (non finalizzata al riscatto finale) e quelli per i quali non è stato esercitato il diritto all'acquisto da parte degli assegnatari degli alloggi e risorse derivanti dalla locazione temporanea, dall'esercizio anticipato del diritto d'acquisto e dalle rate di ammortamento degli alloggi assegnati ai sensi della presente legge.