Italia Markets open in 35 mins

Manovra, Moscovici: "No rigetto né avvio procedura ora"

webinfo@adnkronos.com

Riguardo alla manovra economica dell'Italia "siamo alla ricerca di aggiustamenti e di spiegazioni, che possano permettere di prendere una decisione che non sarà un rifiuto, né l'avvio di una procedura ora". Lo dice il commissario europeo agli Affari Economici Pierre Moscovici, presentando in conferenza stampa a Bruxelles le previsioni economiche d'autunno. 

Il commissario europeo sottolinea che lo scambio con il governo Conte bis sulla manovra economica è "serio", mentre con il Conte uno la Commissione ha avuto uno "scontro", che è stato "nocivo" per i rapporti tra Ue e Italia. In Italia, dice Moscovici, "è alla produttività che bisogna provvedere soprattutto. Non commenterò oggi gli scambi che abbiamo nel campo della finanza pubblica con il governo italiano. C'è stato uno scambio di lettere, che non si è svolto affatto nello stesso clima, con lo stesso stato d'animo e gli stessi ragionamenti dell'anno scorso: non abbiamo per niente pensato a respingere la manovra dell'Italia".  

Al governo "abbiamo chiesto spiegazioni, abbiamo continuato gli scambi. Le decisioni che prenderemo saranno pubblicate nelle nostre opinioni, che verranno comunicate il 20 novembre: sarò ancora qui, con il vicepresidente Valdis Dombrovskis, e potrò rispondere con maggiore precisione. Ma voglio dire no, non ci sono misure, in alcun caso".  

"E non possiamo in alcun modo paragonare il dibattito sul bilancio che abbiamo quest'anno, che è serio, che manifesta anche delle differenze in termini di approccio, con lo scontro che abbiamo avuto un anno fa, che è stato nocivo per i rapporti tra l'Italia, un Paese che amiamo molto, e l'Europa in generale e l'Eurozona in particolare", conclude Moscovici.