Italia Markets open in 1 hr 47 mins

Manovra, Upb: troppe incertezze, zavorra clausole

Gab

Roma, 12 nov. (askanews) - La manovra economica per il 2020 contiene "una programmazione con troppe incertezze". In particolare, fissa per "il 2020 un livello del rapporto deficit-Pil stabile rispetto agli anni precedenti, rinviando agli anni successivi la sua riduzione. Riduzione, per conseguire la quale ci si affida ancora principalmente alle clausole di salvaguardia su Iva e accise (19 miliardi nel 2021 e oltre 25 miliardi nel 2022) che zavorrano il quadro programmatico di bilancio senza che sia fornita alcuna indicazione sul loro destino futuro". E' quanto afferma il presidente dell'Ufficio parlamentare di bilancio (UPB), Giuseppe Pisauro, in audizione sulla manovra nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

Nella manovra, prosegue, "vengono inoltre presi impegni divergenti nel triennio in materia di entrate e spese: al netto delle clausole di salvaguardia, le prime tendono a ridursi (dai 7,5 miliardi del 2020 ai 3,9 miliardi del 2022), le seconde a salire sensibilmente (da 0,7 miliardi il prossimo anno a 11,3 miliardi del 2022").