Italia Markets closed

Manzella: da "Incredibol" indicazioni strategia industrie creative

BOL

Roma, 16 gen. (askanews) - "Sono venuto a Bologna perché l'iniziativa "Incredibol" è da anni un punto di riferimento delle esperienze regionali e comunali di sostegno alla creatività. E anche quest'anno i progetti presentati sono stati all'altezza della fama di questo programma: spaziano dal cinema alla moda, dalla musica all'editoria. E tutti nel senso della partecipazione, dell'inclusione sociale, della sostenibilità. Sono progetti 'dal basso' che dicono che è tempo che l'Italia si doti di una strategia complessiva in questo settore, che vale quasi il 7% della ricchezza prodotta dal nostro Paese, dà lavoro a 1,5 milioni di persone, il 6,1% dell'occupazione in Italia". Cosi Gian Paolo Manzella, sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico commenta in una nota la premiazione dei vincitori del progetto "Incredibol"

"E insieme ad una strategia - prosegue Manzella - ci vuole un sistema di incentivi per finanziare le nuove imprese, per aiutare il dialogo e il confronto con le imprese tradizionali, affrontare i nodi dell'accesso al credito e di un'occupazione che ha spesso caratteristiche di precarietà. Le migliori esperienze europee indicano che ci si deve concentrare sull'insegnamento dei valori creativi a cominciare dai primi anni di vita - come ha fatto l'Irlanda - e sulla realizzazione di luoghi in cui i creativi possano lavorare insieme. Ecco, questi progetti, questo entusiasmo e le esperienze raccontate oggi da città come Bologna e Milano e quelle regionali come Puglia Creativa e quella della Regione Emilia Romagna, ci dicono che è tempo di una politica per la creatività di livello nazionale. Va colmata questa lacuna che abbiamo nei confronti di realtà all'avanguardia e ne parlerò nei prossimi giorni con il Mibact, perché è un terreno sul quale iniziare subito a lavorare insieme: città, regioni e istituzioni nazionali in stretto dialogo con un livello europeo che mette a disposizione policy e risorse. Che dobbiamo cogliere."