Italia Markets closed

Maradona, Galeazzi: "Io, Diego e lo show dopo lo scudetto"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Un amico lontano. Ho avuto la fortuna di essere accanto a lui nei momenti più importanti della sua e della mia carriera in Rai. Un uomo di calcio, il migliore, il più forte di sempre probabilmente. Non solo un campione in campo, ma anche un grande uomo di spettacolo. Non potrò mai scordare negli spogliatoi del Napoli, il giorno del primo scudetto del club partenopeo nel 1987. Ebbi l'intuizione di dargli il microfono in mano. Si trasformò in uno show, con Diego che iniziò a intervistare tutti i suoi compagni". Così Giampiero Galeazzi all'Adnkronos racconta alcuni aneddoti che lo legano a Diego Armando Maradona, morto oggi dopo un attacco cardiaco.

"Rappresenta e ha rappresentato molto per me - spiega - eravamo amici, andavamo spesso a mangiare la pizza a Napoli nei migliori ristoranti, a Mergellina. Spesso mi faceva il verso e ogni tanto mi diceva 'che ca... hai detto l'altra volta in trasmissione Giampiero'. Sono davvero sconvolto, mi mancherà".