Italia markets close in 5 hours 1 minute
  • FTSE MIB

    26.902,43
    +96,24 (+0,36%)
     
  • Dow Jones

    35.490,69
    -266,19 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    15.235,84
    +0,12 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    81,47
    -1,19 (-1,44%)
     
  • BTC-EUR

    52.630,68
    +1.761,66 (+3,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.472,65
    -1,68 (-0,11%)
     
  • Oro

    1.798,20
    -0,60 (-0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1604
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.551,68
    -23,11 (-0,51%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.227,12
    +6,24 (+0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8432
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0648
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,4345
    +0,0005 (+0,03%)
     

Marasco (Logico): "Indagine Quaeris conferma che ludopatia si combatte insieme"

·1 minuto per la lettura

"Dall’indagine emerge innanzitutto che il campione intervistato non crede molto all’efficacia di divieti e restrizioni e noi questo possiamo misurarlo tutti i giorni con l’applicazione del divieto di pubblicità, che non soltanto non è servito al contrasto alla ludopatia, ma ha addirittura favorito l'emersione dell'illegalità nell'ambito del gioco online". Così Moreno Marasco, presidente Logico commenta l'indagine demoscopica ‘Gli italiani e il gioco d’azzardo’ realizzata da Quaeris e presentata a margine dell’evento ‘Gioco legale la necessità di riordino’ organizzato dall’istituto insieme con Associazione Italiana Esercenti Giochi Pubblici (EgpSipe), Sindacato Totoricevitori Sportivi e Federazione Italiana Tabaccai.

"E più che restrizioni dall’alto – prosegue Marasco – molto più efficace può rivelarsi l’autoesclusione dell’utente dal gioco o da alcuni tipi di giochi. Crediamo anche noi, come del resto i promotori del convegno di oggi, che introdurre la misura del registro delle autoesclusioni possa dare ottimi risultati anche al gioco fisico, come avviene nell’online già da diversi anni. ‘Il gioco a distanza – conclude Marasco - è meno conosciuto rispetto a quello terrestre ma utilizza da tempo strumenti molto validi per impedire l’accesso ai minori e contrastare il riciclaggio e il gioco problematico".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli