Italia markets close in 1 hour 45 minutes
  • FTSE MIB

    24.314,95
    +153,57 (+0,64%)
     
  • Dow Jones

    34.009,31
    -128,00 (-0,37%)
     
  • Nasdaq

    13.922,61
    -27,61 (-0,20%)
     
  • Nikkei 225

    29.188,17
    +679,62 (+2,38%)
     
  • Petrolio

    61,53
    +0,18 (+0,29%)
     
  • BTC-EUR

    45.476,35
    -951,62 (-2,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.273,89
    +30,83 (+2,48%)
     
  • Oro

    1.785,10
    -8,00 (-0,45%)
     
  • EUR/USD

    1,2035
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    4.162,68
    -10,74 (-0,26%)
     
  • HANG SENG

    28.755,34
    +133,42 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.006,27
    +29,86 (+0,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8681
    +0,0042 (+0,48%)
     
  • EUR/CHF

    1,1038
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,5047
    +0,0007 (+0,04%)
     

Marini (Sanpellegrino): "Da sempre promuoviamo talento giovani"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·3 minuto per la lettura

“Da sempre il Gruppo Sanpellegrino promuove il talento dei giovani che rappresentano il futuro del nostro Paese, e lo fa ancor di più in un periodo particolarmente complesso come quello che stiamo vivendo. Dare loro visibilità e celebrarne l’estro creativo significa creare valore condiviso e offrire all’intera società l’idea di un domani. La valorizzazione dei talenti per Sanpellegrino è fondamentale ed è legata, da sempre, al nostro successo in Italia e nel mondo". Così Stefano Marini, Ceo del Gruppo Sanpellegrino, ha commentato il creative talent promosso in collaborazione con Ied.

"Il Gruppo Sanpellegrino - ha proseguito - supporta i giovani con progetti di valorizzazione del talento e di esperienze di formazione. Il progetto 'Inimitabile gusto italiano', che abbiamo voluto portare avanti come Bibite Sanpellegrino, si è reso possibile grazie alla collaborazione con l'Istituto europeo di desgin e nasce con un duplice obiettivo: celebrare il talento di giovani creativi e fare un omaggio al gusto italiano, che è ben rappresentato dalla Bibite Sanpellegrino. Protagonisti sono 24 giovani talenti che sono scesi in campo per reinterpretare i gusti iconici delle Bibite Sanpellegrino, diventate famose in Italia e in tutto il mondo, attraverso l'utilizzo di varie tecniche, dalla fotografia all'illustrazione, fino alle più innovative tecniche del motion design".

"Siamo felici di poter dire - ha sottolineato - che con Sanpellegrino abbiamo ispirato questi giovani a reinterpretare il gusto delle Bibite Sanpellegrino, ma ancor di più il nostro orgoglio deriva dal fatto che abbiamo permesso loro di avere visibilità, quella che meritano. Infatti, sul profilo Instagram delle Bibite esponiamo tutti i 24 lavori, in una vera e propria mostra digitale, e anche dopo la conclusione del progetto metteremo a disposizione una borsa di studio per consentire ai giovani creativi di poter continuare nella loro attività".

"Credo che questo - ha affermato Marini - sia anche il ruolo delle grandi aziende: da un lato, ascoltare e valorizzare i giovani e, dall'altro, prendersi anche un impegno per consentire loro di avere una possibilità di esprimersi soprattutto in questo momento particolare. I giovani, per definizione, sono coloro che riescono meglio a stare al passo con i tempi, a generare nuove tendenze, a reinterpretare anche icone storiche, perché sono in grado di comunicare in maniera semplice e diretta e allo stesso tempo riescono pure ad essere particolarmente innovativi nel modo in cui vedono con i loro occhi freschi brand magari storici come è il caso delle Bibite Sanpellegrino".

"Ecco perché con questo progetto - ha aggiunto - credo che i ragazzi siano stati davvero in grado di reinterpretare in modo innovativo i codici di una icona del made in Italy come le Bibite Sanpellegrino, ma allo stesso tempo di rimanere aderenti e rispettosi rispetto ai codici storici di comunicazione di questa marca. Quindi è stato un esercizio vincente, sia per loro, che si sono misurati con un brand storico, ma allo stesso tempo anche per il nostro Gruppo, perché abbiamo veramente dato la possibilità ai giovani di reinterpretare in modo creativo il brand attraverso varie tecniche".

"Abbiamo avuto piena fiducia nel lavoro fatto dai giovani nel reinterpretare qualcosa di storico ma in modo molto fresco e allo stesso tempo abbiamo anche permesso loro di godere di quella visibilità che effettivamente meritano. Quindi, siamo estremamente soddisfatti del risultato raggiunto", ha concluso il Ceo del Gruppo Sanpellegrino.