Italia markets close in 4 hours 55 minutes
  • FTSE MIB

    26.101,43
    +128,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    34.364,50
    +99,13 (+0,29%)
     
  • Nasdaq

    13.855,13
    +86,21 (+0,63%)
     
  • Nikkei 225

    27.131,34
    -457,03 (-1,66%)
     
  • Petrolio

    83,94
    +0,63 (+0,76%)
     
  • BTC-EUR

    32.212,92
    +2.025,51 (+6,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    826,73
    +16,13 (+1,99%)
     
  • Oro

    1.837,80
    -3,90 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1279
    -0,0051 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    4.410,13
    +12,19 (+0,28%)
     
  • HANG SENG

    24.243,61
    -412,85 (-1,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,58
    +29,22 (+0,72%)
     
  • EUR/GBP

    0,8378
    -0,0015 (-0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0027 (+0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,4250
    -0,0059 (-0,41%)
     

Market mover: l'agenda macro della giornata

·1 minuto per la lettura

L'ultima seduta della settimana sarà animata da diverse indicazioni macro, oltre che dall'avvio della nuova stagione delle trimestrali societarie negli Stati Uniti per l'ultimo trimestre del 2021. Le banche statunitensi Citigroup, JP Morgan e Wells Fargo saranno tra le prime a pubblicare i loro conti oggi. L'agenda macro invece prevede nel corso della mattina il Pil 2021 della Germania e la bilancia commerciale dell'Eurozona. Per l'Italia arriverà l'aggiornamento di Bankitalia sul debito pubblico. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti giungeranno le vendite al dettaglio, ce suggeriranno l'andamento dei consumi interni, oltre che la produzione industriale e la fiducia dei consumatori elaborata dall'Università del Michigan. In calendario, inoltre, i discorsi di Lagarde della Bce e Williams della Fed. Intanto dalla Cina è giunta la bilancia commerciale di dicembre, con le esportazioni cresciute più delle attese (+20,9% su base annua nel mese, contro il +20% atteso), mentre la crescita delle importazioni è stata inferiore a quanto previsto dal consensus (+19,5%, rispetto al +26,3% previsto e in forte decelerazione rispetto alla crescita di novembre, pari a +31,7%). Gli Stati Uniti si sono confermati il principale partner commerciale della Cina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli