Italia Markets closed

Market Snapshot – Tutti gli occhi puntati sulla Fed

Colin First
Tutti gli occhi sono puntati sulla Fed ora che i dati sono passati

Fed sotto i riflettori

Tutti gli occhi sono puntati sulla Fed a breve termine, dato che i dati dagli Stati Uniti sono stati tolti di mezzo, almeno quelli più importanti, e il mercato si sta ora concentrando sui risultati che la Fed avrebbe pubblicato. L’inflazione degli Stati Uniti è in linea con le attese, ma l’anticipazione nel mercato dei buoni dati è talmente elevata che persino i dati in base alle aspettative sono considerati negativi e i trader ora hanno iniziato a prevedere che i dati in arrivo siano sempre superiori alle aspettative. Questo, secondo loro, costringerebbe la Fed a procedere a ritmi accelerati che li spingerebbe a 4 innalzamenti dei tassi nel corso di quest’anno. Ma le azioni dell’amministrazione Trump, per quanto riguarda le assunzioni e licenziamenti e anche per quanto riguarda i dazi, hanno tenuto i mercati sotto controllo e continuiamo a vedere gli indici azionari essere negoziati in modo più deboli per quanto riguarda la tendenza generale.

Criptovalute deboli

Nei mercati delle criptovalute, la debolezza continua mentre la serie di cattive notizie si aggiunge al mercato che è già sotto pressione e ciò aumenta l’incertezza dei trader e degli investitori, negli ultimi giorni. Google ha aggiunto benzina sul fuoco dicendo che a breve avrebbe smesso di pubblicare annunci relativi a criptovalute e ICO e questa è un’ulteriore battuta d’arresto per il mercato delle criptovalute, considerando il fatto che FB ha smesso di mostrare gli annunci un paio di mesi fa. Le strade per spingere l’ICO e l’industria delle criptovalute stanno diventando sempre meno nel breve e medio termine ed è per questo che alcuni investitori e trader potrebbero ritenere di combattere una battaglia persa scegliendo di combattere l’establishment e sostenere le criptovalute e l’industria nel suo insieme.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: