Italia markets closed
  • FTSE MIB

    20.648,85
    +295,87 (+1,45%)
     
  • Dow Jones

    28.725,51
    -500,10 (-1,71%)
     
  • Nasdaq

    10.575,62
    -161,89 (-1,51%)
     
  • Nikkei 225

    25.937,21
    -484,84 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    79,74
    -1,49 (-1,83%)
     
  • BTC-EUR

    19.650,38
    -221,37 (-1,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    443,49
    +0,06 (+0,01%)
     
  • Oro

    1.668,30
    -0,30 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    0,9801
    -0,0018 (-0,19%)
     
  • S&P 500

    3.585,62
    -54,85 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    17.222,83
    +56,96 (+0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.318,20
    +39,16 (+1,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8782
    -0,0040 (-0,45%)
     
  • EUR/CHF

    0,9674
    +0,0099 (+1,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,3551
    +0,0121 (+0,90%)
     

Mattarella: "Pnrr sfida per superare nodi strutturali"

·1 minuto per la lettura
mattarella pandemia
mattarella pandemia

Nella giornata del 24 giugno il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto a margine di un incontro con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, al fine di commentare l’andamento della pandemia nel nostro Paese e la recente approvazione del Pnrr italiano da parte della Commissione Ue. All’incontro era presente anche la ministra per gli Affari Regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini.

Mattarella: “La pandemia non è stata ancora sconfitta definitivamente”

Sull’attuale gestione dell’emergenza sanitaria il capo dello Stato ha preferito frenare i facili ottimismi di questi giorni, affermando: La pandemia non è stata ancora definitivamente sconfitta, e l’impegno dovrà comunque proseguire anche per accompagnare la ripresa dell’economia e l’azione riformatrice avviate nell’ambito dell’Unione Europea”.

Mattarella ha poi aggiunto: “I successi nell’azione di contrasto al virus sono il frutto di una leale collaborazione che ha coinvolto tutti gli attori istituzionali nella valorizzazione dei rispettivi ruoli. […] Il pluralismo istituzionale, le autonomie territoriali e quelle sociali – autonomie che riflettono, rispettandola, la preziosa articolazione del nostro Paese – si sono confermati valori fondanti della Repubblica, in grado di assicurarle forza ed efficacia, insieme al consenso dei cittadini”.

Mattarella su pandemia e Pnrr: “Sfida per superare nodi strutturali”

Sul delicato tema del Pnrr invece, il presidente della Repubblica ha ribadito come questo sia un passo cruciale per il futuro delle politiche comunitarie: “Il Piano nazionale di ripresa e resilienza fa parte di un più ampio progetto europeo volto a governare la transizione verso un’economia verde e digitale senza trascurarne le ricadute a livello sociale”.

Secondo Mattarella infatti: È indispensabile un clima di collaborazione e di responsabilità istituzionale e che le Regioni continuino a fornire il loro imprescindibile contributo in una logica di sistema, a tutela dell’interesse nazionale. Tra breve dovrà essere avviata la fase di concreta, veloce, attuazione degli interventi”.

Mattarella su pandemia e Pnrr: “Sul Next Generation si gioca il futuro dell’Ue”

Sempre sulla questione Recovery Plan Mattarella ha infine aggiunto: Sul Next Generation si gioca il futuro dell’Unione Europea. Se avremo successo, e, naturalmente, se questo si verificherà anche negli altri Paesi, è prevedibile che la modifica del Patto di stabilità assumerà un orientamento più favorevole alla crescita, così avviata, e risulterà più agevole individuare meccanismi stabili di condivisione delle politiche di investimento attraverso l’emissione di titoli europei”.