Italia Markets open in 3 hrs 23 mins

Maxi frode nei succhi di frutta biologici

webinfo@adnkronos.com
Una maxi frode è stata scoperta nella produzione e commercializzazione di succo concentrato di mela, sofisticato con acqua e sostanze zuccherine e falsamente dichiarato come biologico di origine europea. L'operazione "Bad Juice" ha portato al sequestro di beni per 6,5 milioni di euro, ed è stata diretta dalla Procura della Repubblica di Pisa, con la collaborazione di Eurojust. Protagonisti dell'operazione l'Ispettorato Centrale Repressione Frodi (Icqrf) e i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Pisa. Le indagini hanno permesso di eseguire 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere. L’operazione non solo ha bloccato oltre un milione e 400 mila kg di prodotto falso bio, ma anche di falso prodotto comunitario che in realtà tale non era. "Il nostro sistema di controlli è riconosciuto tra i migliori al mondo e, ancora una volta, lo abbiamo dimostrato. L’operazione dell’Icqrf, con la collaborazione della Guardia di Finanza, conferma la robustezza del nostro sistema e l’impegno del ministero per la tutela dei consumatori e dei produttori italiani". E' quanto ha dichiarato il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio. Per la Coldiretti più di 6 italiani su 10 (64%) acquistano regolarmente o qualche volta prodotti biologici ed è importante garantire la trasparenza in un settore che nel 2018 ha visto un incremento delle vendite del 10%. Con l’aumento dell’interesse per il biologico infatti è cresciuto anche il rischio truffe con le notizie di reato che sono quintuplicate rispetto all’anno precedente, avverte la Coldiretti.

Una maxi frode è stata scoperta nella produzione e commercializzazione di succo concentrato di mela, sofisticato con acqua e sostanze zuccherine e falsamente dichiarato come biologico di origine europea. L'operazione "Bad Juice" ha portato al sequestro di beni per 6,5 milioni di euro, ed è stata diretta dalla Procura della Repubblica di Pisa, con la collaborazione di Eurojust. Protagonisti dell'operazione l'Ispettorato Centrale Repressione Frodi (Icqrf) e i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Pisa. 

Le indagini hanno permesso di eseguire 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere. L’operazione non solo ha bloccato oltre un milione e 400 mila kg di prodotto falso bio, ma anche di falso prodotto comunitario che in realtà tale non era. 

"Il nostro sistema di controlli è riconosciuto tra i migliori al mondo e, ancora una volta, lo abbiamo dimostrato. L’operazione dell’Icqrf, con la collaborazione della Guardia di Finanza, conferma la robustezza del nostro sistema e l’impegno del ministero per la tutela dei consumatori e dei produttori italiani". E' quanto ha dichiarato il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio. Per la Coldiretti più di 6 italiani su 10 (64%) acquistano regolarmente o qualche volta prodotti biologici ed è importante garantire la trasparenza in un settore che nel 2018 ha visto un incremento delle vendite del 10%. Con l’aumento dell’interesse per il biologico infatti è cresciuto anche il rischio truffe con le notizie di reato che sono quintuplicate rispetto all’anno precedente, avverte la Coldiretti.