Italia markets open in 13 minutes
  • Dow Jones

    35.719,43
    +492,40 (+1,40%)
     
  • Nasdaq

    15.686,92
    +461,76 (+3,03%)
     
  • Nikkei 225

    28.860,62
    +405,02 (+1,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1298
    +0,0025 (+0,23%)
     
  • BTC-EUR

    44.819,00
    -693,38 (-1,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.312,79
    -8,49 (-0,64%)
     
  • HANG SENG

    23.974,05
    -9,61 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    4.686,75
    +95,08 (+2,07%)
     

Maxi tavolata Forza Italia-Lega a Villa Grande, nel menu new entry 'cacio e pepe'

·2 minuto per la lettura

Torna in scena il pranzo di 'Villa Grande'. Dopo il lunch dello scorso mercoledì con Matteo Salvini e Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi apparecchia per sedici nella sua nuova residenza-ufficio romana, dove ha vissuto per anni il suo amico Franco Zeffirelli. L'occasione è un confronto tra Lega e Fi, il cosiddetto centrodestra di governo (allargato anche ai capigruppo), sulla manovra e la partita del Colle.

Al tavolo oltre al Cav e al numero uno di via Bellerio, siedono i sei ministri, (gli azzurri Renato Brunetta, Maria Stella Gelmini e Mara Carfagna, i leghisti Giancarlo Giorgetti, Erika Stefani, Massimo Garavaglia) i quattro capigruppo, i forzisti Anna Maria Bernini e Paolo Barelli, e Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo del Carroccio. A fare gli onori di casa il presidente di Fi accompagnato dalla fidanzata, la deputata Marta Fascina. Presenti pure il coordinatore nazionale del partito Antonio Tajani e la senatrice Licia Ronzulli, responsabile dei rapporti con gli alleati di Fi. Tra gli ospiti anche Gianni Letta, da sempre braccio destro di Berlusconi e suo ambasciatore al Quirinale.

Si parte con l'aperitivo analcolico e gnocco fritto, che sono il piatto di antipasto. Doppia opzione per il primo: l'evergreen della cucina romana, la 'Cacio e pepe' alternativa al riso konjac, il riso senza carboidrati di cui è sponsor Berlusconi, già proposto agli alleati lo scorso 20 ottobre, nella versione allo zafferano. Il secondo è di carne: carpaccio e contorno di verdure. Per dessert stavolta niente pere cotte ma cheesecake e mousse al cioccolato. Ai fornelli della ex Villa Zeffirelli la coppia storica di casa Berlusconi, Matilde e Adelmo, mentre ad Arcore sono rimasti Paolo e Davide e lo chef Michele, balzato agli onori della cronaca negli anni passati per il menu tricolore, segue il Milan, curando il regime alimentare dei rossoneri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli