Italia markets open in 33 minutes
  • Dow Jones

    34.297,73
    -66,77 (-0,19%)
     
  • Nasdaq

    13.539,29
    -315,83 (-2,28%)
     
  • Nikkei 225

    27.011,33
    -120,01 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1294
    -0,0011 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    32.991,89
    +1.024,81 (+3,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    846,39
    +25,80 (+3,14%)
     
  • HANG SENG

    24.217,61
    -26,00 (-0,11%)
     
  • S&P 500

    4.356,45
    -53,68 (-1,22%)
     

Mazziero Research: debito atteso sotto i 2.700 mld a fine anno, confermata stima Pil 2021 al 6,3%

·1 minuto per la lettura

"Siamo entrati nella fase di diminuzione del debito che puntualmente ritorna ad ogni fine anno, stimiamo il debito a novembre al di sotto dei 2.700 miliardi (2.696 miliardi) con una possibile chiusura del 2021 tra 2.668 e 2.680 miliardi. Il debito torna a crescere da inizio 2022 sino a giugno portandosi tra 2.747 e 2.789 miliardi". Questa la previsione di Mazziero Research sui dati sul debito pubblico italiano spiegando che "i finanziamenti dell'Unione Europea relativi al PNRR introducono alcune incertezze legate all'utilizzo delle disponibilità liquide del Tesoro che potrebbero influenzare la precisione delle nostre previsioni". Per quanto riguarda le stime sul Pil 2021, Mazziero Research mantiene invariate le previsioni precedenti per un progresso dello 0,4% nel quarto trimestre, con conseguente variazione del +6,3% rispetto allo scorso anno. "Pur trovandoci nella fase acuta della diffusione della variante Omicron, presumibilmente i contagi inizieranno a scendere entro due o tre settimane, gli impatti sui fattori che possono far deviare il PIL dalle precedenti stime restano limitati", spiega nella nota.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli