Italia markets close in 5 hours 7 minutes
  • FTSE MIB

    26.114,70
    +261,71 (+1,01%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,92
    -467,70 (-1,63%)
     
  • Petrolio

    71,61
    +3,46 (+5,08%)
     
  • BTC-EUR

    50.686,85
    +1.968,17 (+4,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.429,66
    -25,75 (-1,77%)
     
  • Oro

    1.796,10
    +8,00 (+0,45%)
     
  • EUR/USD

    1,1294
    -0,0026 (-0,23%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    23.852,24
    -228,28 (-0,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.139,48
    +49,90 (+1,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8454
    -0,0034 (-0,41%)
     
  • EUR/CHF

    1,0443
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4377
    -0,0095 (-0,66%)
     

McDonald's, balzo vendite trim3 grazie ad aumento prezzi, nuovi prodotti in menù

·1 minuto per la lettura
Il logo McDonald's nei pressi di una filiale a New York

(Reuters) - Il colosso del fast food McDonald's ha riportato vendite globali trimestrali superiori alle attese di Wall Street, grazie a prezzi più alti, all'aumento delle voci negli ordini e a nuovi prodotti sul menù.

Le vendite a perimetro costante sono salite del 12,7% nel terzo trimestre terminato il 30 settembre, ben al di sopra dei livelli pre-pandemia e meglio delle stime che prevedevano un aumento del 10,31%, come mostrano i dati Ibes elaborati da Refinitiv.

Con l'allentamento delle restrizioni legate alla pandemia e l'apertura dei ristoranti a capacità totale McDonald's ha guadagnato quote di mercato dai concorrenti grazie all'investimento in nuovi prodotti come il panino al pollo croccante, e grazie alla campagna "Famous Orders" a cui hanno partecipato popstar come la band sudcoreana Bts e il rapper Saweetie.

Le vendite comparabili di McDonald's negli Stati Uniti sono aumentate del 9,6% nel trimestre in questione grazie, secondo l'azienda, all'aumento dei prezzi del menù e a un maggior numero di articoli per ogni ordine effettuato dai clienti.

Le vendite negli Usa sono cresciute di quasi il 15% nel terzo trimestre rispetto allo stesso periodo del 2019. Gli analisti avevano previsto un incremento dell'8,27%.

I ricavi totali hanno registrato un aumento del 14% a 6,20 miliardi di dollari nei tre mesi terminati a settembre e hanno superato le stime, pari a 6,03 miliardi di dollari.

L'utile netto è aumentato del 22% a 2,15 miliardi di dollari e la società ha guadagnato 2,76 dollari per azione in termini destagionalizzati.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli