Italia markets open in 6 hours 41 minutes
  • Dow Jones

    34.764,82
    +506,50 (+1,48%)
     
  • Nasdaq

    15.052,24
    +155,40 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1750
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    38.220,05
    +910,41 (+2,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.126,00
    +17,08 (+1,54%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.448,98
    +53,34 (+1,21%)
     

McDonald's, fast-food Usa valutano sospensione consumazioni interne su picco Delta

·1 minuto per la lettura
Logo McDonald's presso un ristorante nel Queens

NEW YORK (Reuters) - Alcuni fast-food statunitensi stanno chiudendo le aree interne o limitando gli orari d'apertura, a causa della diffusione della variante Delta del Covid-19, secondo quanto comunicato dai gestori dei negozi.

A inizio 2020, McDonald's ha temporaneamente sospeso le consumazioni all'interno in quasi tutte i punti vendita statunitensi, per poi riaprirne il 70% a luglio. La catena mondiale ha dichiarato il 28 luglio di essere pronta a riaprire quasi il 100% delle sedi del gruppo entro Labor Day, il 6 settembre - salvo un aumento delle infezioni da Covid-19.

Tuttavia, la scorsa settimana, McDonald's ha comunicato ai gestori le misure necessarie per richiudere le aree di consumazione in zone dove la variante Delta è in rapida diffusione, in base ai documenti interni della società consultati da Reuters.

"Abbiamo una comprensione ben più profonda di quali azioni fanno la differenza per la sicurezza dei team e del personale dei nostri ristoranti", ha dichiarato Joe Erlinger, presidente Usa di McDonald's, durante un meeting svolto mercoledì, in base ai documenti interni.

Durante la conference call di mercoledì, i dirigenti di McDonald's hanno consigliato ai gestori di chiudere le aree interne per la consumazione nei paesi dove i contagi da Covid-19 superano i 250 casi per 100.000 abitanti, in base a una media mobile di tre settimane.

Nei documenti non si specifica quante sedi hanno chiuso le loro aree di consumazione al chiuso, o quante adotteranno a breve le nuove restrizioni.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli