Italia Markets closed

Mediaset, Boccia (Pd): ok se va in mano ai francesi di Vivendi

BOL

Roma, 1 set. (askanews) - Nessuna preclusione all'ipotesi che Mediaset finisca in mano ai francesi di Vivendi, ma i contenuti siano italiani. E' l'opinione di Francesco Boccia, economista Pd della web tax e componente della Commissione Bilancio della Camera, intervenuto a 'La Piazza', la tre giorni di dibattiti organizzata dal direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino a Ceglie Messapica.

Il Ceo di Vivendi Arnaud de Puyfontaine - si legge in un articolo su AffariItaliani.it - sarà l'8 settembre a DigithON 2018, maratona delle idee digitali che prenderà il via il 6 settembre, in Puglia, a Bisceglie, organizzata proprio da Francesco Boccia. "Vivendi - ha affermato il parlamentare - è un polo straordinario che opera in Francia e in altri paesi europei. In Italia ha investito 4 miliardi in Telecom e 1,5 in Mediaset. Ci sono le regole del gioco, se un'azienda va in Borsa e compra poi se ha le azioni si presenta in assemblea e dice la sua. Vivendi dirà quello che ha intenzione di fare, io ritengo che dobbiamo stimolare tutti gli europei che vogliono investire in Italia a farlo, a patto che intendano realizzare un polo che consenta a noi europei, quindi anche italiani, di giocare la partita con americani e cinesi".

Non teme che Mediaset diventi francese? "Abbiamo un'azienda italiana come Luxottica - ha risposto l'esponente del Pd - che è andata in Francia e detta la linea su molti settori, può succedere che un'azienda francese faccia la stessa cosa in Italia. L'importante è il rispetto delle regole e che i contenuti siano italiani. Vivendi dirà cosa vuole fare, ma vogliamo continuare a litigare con tutti?", si chiede Boccia. Beh, i francesi hanno fatto quello che hanno voluto in Italia... "Se la politica è debole, l'economia fa quello che vuole".