Italia Markets open in 5 hrs 1 min

Mediaset, giudice: con stop Mfe a rischio sopravvivenza azienda

Fcz

Milano, 3 feb. (askanews) - Un eventuale stop al progetto MediaforEurope avrebbe messo a rischio "la stessa sopravvivenza" del gruppo Mediaset. Lo sottolinea il giudice del Tribunale civile di Milano, Elena Riva Crugnola, nel provvedimento di rigetto dei due ricorsi cautelari d'urgenza presentati da Vivendi e dal suo trust Simon Fiduciaria contro il progetto del gruppo di Cologno di creare una holding di diritto olandese dove far confluire tutte le sue attività italiane e spagnole.

Nel suo ricorso, il gruppo francese azionista di Mediaset con il 28,8% di cui il 19,193% nel trust Simon fiduciaria, chiedeva la sospensione delle delibere, approvate dai soci del Biscione nelle assemblee del 4 settembre e del 10 gennaio, sul progetto Mfe. Ricorso che il giudice milanese ha respinto proprio per gli impatti negativi che un eventuale accoglimento avrebbe provocato sul piano dell'"operatività industriale" del gruppo di Cologno Monseze.

"L'eventuale sospensione dell'esecuzione delle due delibere" impugnate da Vivendi, si legge in un passaggio del provvedimento, "comporterebbe per Mediaset un danno irreparabile sul piano della operatività imprenditoriale" proprio perchè bloccherebbe un progetto "di espansione europea delle proprie dimensioni" con l'inevitabile "interruzione di un costoso programma intrapreso da tempo".

Uno scenario di questo genere, sottolinea ancora il giudice civile di Milano, porterebbe a "un danno irreparabile" per Mediaset "in quanto attinente alla stessa sopravvivenza dell'impresa". Perchè se da un lato il progetto Mfe porterà a "un'espansione imprenditoriale indispensabile" per lo sviluppo delle attività industriali di Mediaset, dall'altro la creazione della holding olandese "non verrebbe invece a ledere esigenze vitali delle due società" Vivendi e Simon Fiduciaria.