Italia Markets closed

Mediaset: Vivendi esercita influenza notevole in violazione leggi

Rar

Milano, 11 ott. (askanews) - L'atteggiamento "autolesionista" di Vivendi "conferma due dati di fatto incontrovertibili". Il primo, sottolinea Mediaset in una nota dopo lo stop di Madrid all'operazione MfE, "è l'assoluta strumentalità delle scelte anti-Mediaset di Vivendi al solo scopo di deprimere il valore di Borsa dei titoli per poi provare ad approfittarne. Un comportamento platealmente strumentale che ribadisce l'intenzione di indebolire Mediaset solo per i propri interessi come già avvenne nel 2016, quando iniziò la scalata ostile su cui tuttora indaga la Procura della Repubblica di Milano. Il secondo è l'influenza notevole che il gruppo francese continua a esercitare su Mediaset in violazione - in quanto primo azionista di Telecom con il 23,9% - delle leggi italiane e delle delibere in materia dell'AgCom".

Ancora una volta, prosegue Mediaset, "la campagna mediatica e giudiziaria di Vivendi ha l'obiettivo di danneggiare gravemente tutti gli azionisti di Mediaset e ancora di più quelli di Mediaset España che avevano approvato in larga maggioranza il progetto in entrambi i paesi. Progetto che già prevede un effetto incrementale sul valore del Gruppo pari a circa 800 milioni, un dividendo post-fusione di 100 milioni oltre a un buy-back per un importo fino a 280 milioni".