Italia markets close in 2 hours 12 minutes
  • FTSE MIB

    21.144,26
    -216,46 (-1,01%)
     
  • Dow Jones

    30.273,87
    -42,43 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    11.148,64
    -27,76 (-0,25%)
     
  • Nikkei 225

    27.311,30
    +190,80 (+0,70%)
     
  • Petrolio

    87,33
    -0,43 (-0,49%)
     
  • BTC-EUR

    20.447,66
    +51,92 (+0,25%)
     
  • CMC Crypto 200

    458,29
    -0,12 (-0,03%)
     
  • Oro

    1.719,70
    -1,10 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    0,9853
    -0,0031 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.783,28
    -7,65 (-0,20%)
     
  • HANG SENG

    18.012,15
    -75,82 (-0,42%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.438,90
    -8,82 (-0,26%)
     
  • EUR/GBP

    0,8762
    +0,0040 (+0,46%)
     
  • EUR/CHF

    0,9726
    +0,0012 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,3483
    +0,0043 (+0,32%)
     

Mediobanca: Caltagirone sale al 2,88%, opzioni fino al 5%

·1 minuto per la lettura

In base alle comunicazioni Consob, Francesco Gaetano Caltagirone ha aumentato la sua partecipazione in Mediobanca dall’1% di inizio marzo al 2,88%, a cui si aggiunge un 2,175% in opzioni, portando la partecipazione complessiva al 5.055%. Secondo Repubblica, gli ultimi acquisti di Caltagirone sono legati alla volontà di ricostituire un investimento nelle banche (negli ultimi 15 anni ha comprato e poi venduto quote rotonde in BNL, MPS, Unicredit). Indiscrezioni sulla volontà di Caltagirone di salire fino al 5% del capitale erano già emerse in passato come affermano da Equita. Tuttavia le mosse di Caltagirone e Del Vecchio sostengono il titolo, che tratta su valutazioni attraenti e con fondamentali solidi.