Italia Markets close in 6 hrs 9 mins

Mediobanca, D'Incà: a oggi Delfin non ha chiesto superare 10%

Bos

Milano, 15 gen. (askanews) - "Ad oggi, Delfin Sarl non ha presentato alcuna istanza formale alla competente autorità di vigilanza volta ad accrescere la propria interessenza in Mediobanca sopra le soglie autorizzative vigenti (10%)". Lo ha segnalato durante il question time odierno alla Camera il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà - in risposta a un'interrogazione presentata da Mauro D'Attis e altri parlamentari di Forza Italia - sulla base degli elementi forniti dal Ministro dell'economia e delle finanze, impossibilitato a partecipare alla seduta.

"Si ricorda infatti che - ha proseguito il ministro - nel caso in cui la partecipazione da acquisire in una banca risulti pari o superiore alle soglie del 10%, 20%, 30% o comporti il controllo, l'interessenza può essere assunta solo dopo il rilascio della preventiva autorizzazione da parte della competente autorità di vigilanza. Quest'ultima effettua tutte le valutazioni necessarie a verificare il rispetto della normativa vigente e che l'acquisizione garantisca la sana e prudente gestione della banca partecipata".

"Nell'ambito di tale procedimento, si valutano anche la solidità finanziaria e la reputazione del soggetto acquirente. Il procedimento rientra fra le cosiddette 'procedure comuni' con il coinvolgimento della Banca d'Italia e della Banca centrale europea, a cui compete la decisione finale".