Italia Markets closed

Mediobanca: in piano tra dividendi e buy-back 2,5 mld a soci

Rar

Milano, 12 nov. (askanews) - Mediobanca nei prossimi anni "conseguirà un percorso sostenuto quanto a crescita di ricavi, utili, remunerazione degli azionisti e soddisfazione di tutti gli stakeholders, preservando un profilo di rischio/rendimento tra i migliori in Europa". Lo sottolinea l'istituto che oggi ha approvato il nuovo piano al 2023 che prevede nel quadriennio una remunerazione degli azionisti sino a 2,5 miliardi di euro, in crescita del 50% rispetto al periodo 2016-2019.

In particolare, al 2023 prevede un utile per azione in aumento del 4% a 1,1 da 0,93 euro, considerando la cancellazione delle azioni derivanti dal piano di buyback con il crescente apporto del Wealth Management (atteso raddoppiare) e del Corporate & Investment Banking, associato al consolidamento del consumer sugli attuali elevati livelli di redditività. Nel quadriennio 2020-23 la remunerazione degli azionisti salirà sino a 2,5 miliardi (+50% rispetto al precedente quadriennio 2016-19), di cui 1,9 miliardi in dividendi e 0,3/0,6 miliardi tramite riacquisto e cancellazione di azioni proprie. Il dividendo unitario crescerà del 10% nel 2020 (a 0,52 euro per azione) e successivamente del 5% ogni anno (fino a 0,6 euro nel 2023), totalizzando nel quadriennio 1,9 miliardi di dividendi distribuiti. Nell'arco di piano è anche previsto un programma annuale di riacquisto di azioni proprie con cancellazione delle stesse (fino al 2% del capitale per anno) per un controvalore complessivo minimo di 0,3 miliardi e massimo di 0,6 miliardi, con l'obiettivo di stabilizzare l'indice CET1 phase-in al 13,5% annuo a valle della crescita organica ed inorganica realizzata nell'anno.