Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.507,85
    -827,72 (-2,92%)
     
  • Nasdaq

    11.287,41
    -260,87 (-2,26%)
     
  • Nikkei 225

    23.494,34
    -22,25 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,1832
    -0,0037 (-0,31%)
     
  • BTC-EUR

    10.912,40
    -186,68 (-1,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    257,34
    -6,08 (-2,31%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,68 (+0,54%)
     
  • S&P 500

    3.382,04
    -83,35 (-2,41%)
     

Mediobanca, tre liste per rinnovo Cda, in gara anche Bluebell

·1 minuto per la lettura
Logo Mediobanca a Milano
Logo Mediobanca a Milano

MILANO (Reuters) - Per il rinnovo del Cda di Mediobanca, in agenda per il 28 ottobre, sono state presentate tre liste dal board uscente, da un gruppo di investitori con il 4,76% e da Bluebell Capital Partners e Novator Capital con una quota complessiva dell'1,04%.

Lo annuncia una nota di Piazzetta Cuccia.

La prima lista, annunciata a metà settembre e presentata dal board uscente, prevede, tra le altre, la conferma nel Cda degli attuali vertici Renato Pagliaro e Alberto Nagel.

Nella seconda lista, che fa capo a un gruppo di fondi, sono confermati i due nomi già presenti nel Cda uscente, Angela Gamba e Alberto Lupoi.

La terza lista contiene quattro nominativi -- William Nott, Elisabetta Oliveri, Riccardo Pavoncelli e Alessandra Gavirati -- ed è stata presentata da Bluebell che non ha lesinato critiche alla gestione di Nagel.

Novator, che affianca Blubell nella terza lista, fa capo all'imprenditore islandese Thor Björgólfsson.

La lista che otterrà il maggior numero di voti eleggerà tutti i candidati presenti tranne gli ultimi due che saranno invece tratti dalla lista che arriverà seconda.

Al momento non è chiaro quale sarà la scelta di Leonardo Del Vecchio, primo azionista con poco meno del 10% ma che ha ottenuto l'ok della Bce a salire fino al 20%. Proprio per ottenere il via libera all'incremento della quota, tuttavia, l'imprenditore si è impegnato a sostenere l'attuale management, secondo quanto riferito da fonti nelle scorse settimane.

I soci che aderiscono all'accordo di consultazione e raccolgono il 12,6% dell'istituto hanno confermato il sostegno al Ceo Alberto Nagel.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)