Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    34.997,90
    +1.943,10 (+5,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.816,90
    -18,90 (-1,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1872
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4790
    +0,0001 (+0,00%)
     

Meeting Opec+ riprenderà oggi, Emirati Arabi contrari a estensione accordo

·1 minuto per la lettura
Una miniatura di una pompa petrolifera davanti il logo Opec

LONDRA/DUBAI/MOSCA, (Reuters) - Proseguirà oggi la riunione dell'Opec+ per approfondire le discussioni sulla politica produttiva, secondo quanto riferito ieri da fonti del gruppo, dopo che gli Emirati Arabi hanno bloccato un piano per l'immediato allentamento dei tagli e la loro estensione a fine 2022.

In precedenza fonti dell'Opec+ avevano detto che il piano, sul cui Arabia Saudita e Russia avevano raggiunto un'intesa preliminare, dovrebbe prevedere un aumento della produzione di 400.000 barili al giorno al mese da agosto a dicembre 2021, per venire incontro alla crescente domanda globale.

Per far fronte al crollo della domanda di greggio causata dalla crisi Covid, l'Opec+ aveva concordato lo scorso anno di tagliare la produzione di circa 10 milioni di barili al giorno da maggio 2020, pianificando di abbandonare gradualmente queste restrizioni entro la fine di aprile 2022. Attualmente i tagli ammontano a 5,8 milioni di barili al giorno.

Mosca e Riyadh hanno anche proposto un'estensione delle restrizioni fino alla fine del 2022 per evitare una nuova saturazione del mercato l'anno prossimo.

Ma gli Emirati Arabi, che hanno ambiziosi obiettivi di aumento della produzione di greggio, si sono opposti alla proposta durante il meeting, hanno detto le fonti aggiungendo che Abu Dhabi ha chiesto un cambiamento ai valori di base presi in considerazione per i tagli -- il livello di produzione iniziale da cui le riduzioni vengono calcolate.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli