Italia Markets close in 1 hr 40 mins

Mentre l’Aussie il Kiwi si muovono in ribasso l’attenzione passa alle vendite al dettaglio e sul dollaro degli Stati Uniti

Bob Mason
Oggi è la prova del nove per l’economia degli Stati Uniti. Le vendite al dettaglio e i dati sul sentimento dei consumatori daranno alla FED un’idea di come si sentono i consumatori.

Questa mattina:

I dati economici sono stati ancora una volta più leggeri durante la sessione asiatica di questa mattina.

I dati del Business PMI della Nuova Zelanda per il mese di maggio ed i dati sulla produzione industriale dal Giappone per aprile hanno fornito indicazioni nella prima parte della giornata.

Per il dollaro Kiwi,

Il Business PMI è sceso da 53,0 a 50,2 a maggio. Secondo l’ultima indagine PMI Business,

  • Produzione in calo a maggio, con il sottoindice che scende da 50,1 a 46,4.
  • I nuovi ordini ristagnano, con il sottoindice che scende da 52,2 a 50,4.
  • Anche l’occupazione ha invertito, con il sottoindice che passa da 51,4 a 48,6.
  • I terribili numeri hanno lasciato il PMI al livello più basso dal 2012.

Il dollaro Kiwi è passato da 0,65732$ a 0,65608$ al rilascio dei dati. Al momento della redazione, il Dollaro Kiwi era in ribasso dello 0,52% a 0,6534$.

Per lo yen giapponese,

Secondo i dati diffusi dal Ministero dell’economia, del commercio e dell’industria, la produzione industriale è aumentata dello 0,6% in aprile. I dati definitivi erano in linea con i preliminari e le previsioni. La produzione industriale è diminuita dello 0,6% a marzo.

Lo yen giapponese è passato da 108.326¥ a 108.331¥ al rilascio dei dati. Al momento della redazione, lo yen giapponese era in rialzo dello 0,06% a 108,32 ¥ contro il dollaro degli Stati Uniti.

Altrove,

Al momento della redazione, il dollaro australiano era in ribasso dello 0.23% a 0.6899$.

Per il resto della giornata:

Per l’EUR,

È un’altra giornata relativamente tranquilla per l’EUR.

I dati sull’inflazione di maggio francesi ed italiani sono previste entro questa mattina.

Salvo una deviazione sostanziale dai preliminari, possiamo aspettarci che i dati sull’inflazione abbiano un impatto debole sull’EUR.

Dagli Stati Uniti, tuttavia, le vendite al dettaglio ed i dati sulla produzione industriale avranno un impatto sulla coppia più tardi nella giornata.

Al di fuori dei dati, ci si aspetta che la geopolitica e le indiscrezioni sulla guerra commerciale abbiano un’influenza maggiore sul giorno. L’ultimo attacco alle petroliere nel Golfo di Oman potrebbe portare a crescenti tensioni in Medio Oriente.

Al momento della redazione, l’EUR era in ribasso dello 0,04% a 1,171$.

Per la sterlina,

È una giornata tranquilla.

Mentre non ci sono dati rilevanti dal Regno Unito, il governatore della BoE Carney dovrebbe intervenire più tardi nel corso della giornata. Qualsiasi orientamento futuro sulla politica monetaria fornirà alla sterlina la direzione del giorno.

Dal Parlamento, la corsa alla leadership e le indiscrezioni sulla Brexit rimarranno la principale area di concentrazione del giorno.

Con Boris Johnson, il leader assoluto, le sue opinioni sulla Brexit saranno di particolare influenza prima del prossimo scrutinio.

Al momento della redazione, la sterlina era invariata a 1.2674$.

Oltreoceano,

È un grande giorno per il biglietto verde. I dati chiave includono le vendite al dettaglio di maggio ed i dati sulla produzione industriale e i dati di inventario delle attività di aprile. Più avanti nella sessione, influiranno anche i dati sul sentiment del consumatore di giugno.

Mentre possiamo aspettarci che i mercati guardino attentamente i dati di oggi, le vendite al dettaglio saranno probabilmente il fattore chiave del giorno. Le previsioni sono positive per il dollaro.

Come sempre, anche le indiscrezioni dallo Studio Ovale dovranno essere prese in considerazione durante il giorno. Oltre alla guerra commerciale con la Cina, c’è anche un aumento delle tensioni tra Stati Uniti e Iran da considerare.

Al momento della redazione, l’Indice Dollar Spot era in rialzo dello 0,07% a 97,081.

Per il Loonie,

Non ci sono dati rilevanti dal Canada per fornire indicazioni al Loonie.

I prezzi del petrolio greggio e il rapporto mensile dell’AIE avranno una certa influenza nel corso della giornata. Sul fronte geopolitico, qualsiasi indiscrezione dall’Iran o dagli Stati Uniti dovrà essere considerata dopo l’ultimo attacco alle petroliere nel Golfo.

Al momento della redazione, il Loonie era in ribasso dello 0,1% a 1,3341$C, contro il dollaro statunitense.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: