Italia markets open in 8 hours 50 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2053
    -0,0035 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    40.889,39
    +3.005,11 (+7,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

I mercati azionari sembrano immuni anche alle varianti del virus

Virgilio Chelli
·3 minuto per la lettura
I mercati azionari sembrano immuni anche alle varianti del virus
I mercati azionari sembrano immuni anche alle varianti del virus

Candriam sottolinea che la maggior parte delle economie resta in espansione nonostante i nuovi lockdown e ci sono ancora margini per il reflation trade. Rischio di surriscaldamento sul mercato USA

I mercati azionari continuano la ripresa nonostante il virus e le sue varianti, sostenuti dalle aspettative di nuovi stimoli non solo negli USA. Intanto la distribuzione del vaccino prosegue a buon ritmo nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Israele, con più del 30% della popolazione che ha ricevuto la prima dose. Nonostante i nuovi lockdown, la maggior parte delle economie è ancora in espansione, e il reflation trade, vale a dire il tema della ripresa ciclica, presenta ulteriore margine di crescita. Ma le prossime settimane potrebbero riservare delusioni sull’efficacia dei vaccini a causa delle varianti del virus mentre c’è anche il rischio di un surriscaldamento del mercato USA nel secondo semestre.

ESPANSIONE MA MINOR SLANCIO

E’ l’analisi di Nadège Dufossé, Head of Cross Asset Strategy di Candriam, secondo cui il reflation trade ha ulteriore margine di crescita, anche se il rimbalzo delle economie ha perso un po’ di slancio. Alcuni Paesi hanno dovuto reintrodurre lockdown di breve termine ma la maggior parte dei Paesi è in espansione con gli Stati Uniti in testa in termini di crescita, sia strutturale che ciclica, grazie all’ulteriore stimolo fiscale in arrivo.

GLI STIMOLI DI BIDEN

Il presidente Biden ha alzato il l’asticella con una proposta di 1.900 miliardi di dollari. Oggi il sussidio da 300 dollari a settimana è disponibile per tutti i lavoratori che ricevono un’indennità di disoccupazione, ma scadrà a metà marzo, per cui l’amministrazione sarà costretta ad accelerare i tempi. L'unica fonte di preoccupazione, almeno per le small e mid cap, è secondo l’esperta di Candriam, il probabile aumento delle imposte.

LA SFIDA DEI VACCINI

L’analisi di Candriam sottolinea che la sfida principale per i mercati rimane la capacità dei vaccini di far fronte alle nuove varianti. La corsa contro il tempo tra distribuzione dei vaccini e accelerazione dell'epidemia è ancora in corso, ma questo non scoraggia investitori e mercati: le analisi sul posizionamento e su afflussi e deflussi hanno indicato che ci sono ancora margini positivi per ulteriori flussi sull’azionario, in particolare in Europa. Supponendo un calo della volatilità, secondo Candriam potrebbe verificarsi una nuova ondata di investimenti.

VINCITORI E VINTI

Allungando lo sguardo al mondo post-Covid, l’esperta di Candriam osserva che il gap tra "vincitori" e "vinti" si è ampliato sia a livello di settori che regionale, con alcuni che si sono mostrati più resilienti nell'affrontare le sfide poste dal virus. A livello regionale, e all'interno dell'Europa, secondo Candriam, esiste un divario di crescita tra Germania e Paesi che hanno gestito meglio la crisi sanitaria da un lato e Francia, Spagna e Italia, che sono penalizzate in quanto destinazioni turistiche e dove le small e mid cap arrancano. Nei mercati emergenti, la Cina si distingue rispetto al resto.

SOSTENIBILITA’ TEMA VINCENTE

La crisi sanitaria ha inoltre modificato i modelli di consumo. Secondo l’esperta di Candriam, tecnologia, distribuzione online, i settori destinatari della maggior spesa pubblica e salute sono da annoverare tra i vincitori. Anche la sostenibilità è un tema vincente, grazie a spese governative strutturalmente crescenti con una maggiore attenzione agli aspetti sociali e ambientali. In Europa, il "Green Deal", la lotta al cambiamento climatico e l'economia circolare aprono scenari interessanti. Ma anche negli Stati Uniti vi sono opportunità, dopo l'ordine esecutivo del presidente Biden che ha riportato il Paese nell'Accordo di Parigi.