Italia Markets close in 8 hrs 5 mins

Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti

Pierpaolo Molinengo
 

La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat .

MERCATI

Stati Uniti

In denaro Coca-Cola (+0,65%). Prevalgono le vendite su Mastercard (-1,20%). Colgate cala dello 0,40%. Poco mossa American Express (-0,05%).

Positiva Facebook (+1,43%). Ebay sale dello 0,16%. Intel segna un rialzo dello 0,79%. PayPal cede lo 0,22%. Amgen cala dello 0,31%.

Italia

Quasi invariate Poste Italiane (-0,07%). Mediaset cresce dello 0,11%.

Ben comprata Ferragamo (+1,42%). Moncler cede lo 0,59%. Tod’s cala dello 0,29%.

Chiudono in terreno negativo Eni (-0,93%) e Saipem (-0,94%).

Prevalgono le vendite sul settore utilities con Enel (-0,23%), Italgas (-0,86%), Snam (-1,17%), A2A (-2,21%) e Terna (-0,32%).

Telecom Italia perde lo 0,30% ed il titolo chiude a euro 0,539.

In lieve calo FCA (-0,16%) e CNH Industrial (-0,14%). Quasi invariate Exor (-0,07%) e Ferrari (+0,04%).

Al ribasso il settore industriale con Buzzi Unicem (-0,65%), Fincantieri (-0,73%) e Brembo (-0,36%). In controtendenza Leonardo (+0,38%).

Chiudono in terreno positivo Intesa Sanpaolo (+0,74%), Banca Generali (+1,04%), Banco Bpm (+0,49%), Ubi Banca (+1,62%) e Mediobanca (+0,58%). In controtendenza con il settore UniCredit (-0,66%) e Banca Mediolanum (-0,31%).

Poco mosse Assicurazioni Generali (-0,06%) il cui titolo si porta a euro 16,71.

Gran Bretagna

In denaro Diageo (+0,27%). Vodafone guadagna lo 0,54%. Bat sale dello 0,26%. Tesco perde lo 0,17%. Bp registra una flessione dello 0,13%.

Germania

Prevalgono gli acquisti su Bmw (+1,05%). Bayer cresce dello 0,45%. Volkswagen sale dello 0,97%. Deutsche Bank perde lo 0,82%.

Francia

Peugeot guadagna lo 0,34%. In lettera Danone (-0,75%). Sanofi scende dello 0,18%. Kering segna una contrazione dello 0,32%.

Economia

Germania/1: gli ordini al settore manifatturiero, in febbraio, sono calati del 4,2% (m/m) rispetto alla precedente flessione del 2,1%; gli economisti attendevano un incremento dello 0,60%.

Germania/2: l’indice PMI del settore delle costruzioni, a marzo si è portato a 55,6 punti dai precedenti 54,7 punti.

Usa: le richieste di sussidi di disoccupazione, nella settimana al 30/3, sono calate a 202 mila unità dalle precedenti 212 mila unità e contro le attese di una crescita a 218,5 mila unità.

Le Small Cap sotto “coverage” Finnat

Casta Diva Group/1 ha comunicato che “Rhea Vendors Group” assumerà ̀ la posizione di azionista diretto. In seguito all’operazione, “Rhea Vendors Group” deterrà ̀ direttamente n. 873.727 azioni, pari al 6,87% del capitale sociale, “Reload Srl” deterrà il 29,75%, Luca Oddo il 28,06% mentre il flottante sarà pari al 34,74%. Infine, la società deterrà n. 73.500 azioni proprie, pari al 0,58%.

Casta Diva Group/2 ha reso noto che il consiglio di amministrazione, riunitosi in data 04 aprile 2019 per l'approvazione del bilancio consolidato e del progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018, non ha concluso i lavori e proseguirà nella giornata di oggi al fine di valutare più compiutamente gli effetti delle numerose operazioni straordinarie compiute negli ultimi mesi.

Altre società

Bomi Italia la Consob ha approvato il documento relativo all’OPA volontaria promossa da “Med Platform I Holding” sulla totalità delle azioni ordinarie e delle obbligazioni convertibili di Bomi Italia. L’offerente riconoscerà a ciascun aderente un corrispettivo di 4 euro per ogni azione portata in adesione e di euro 4 mila per ogni obbligazione convertibile portata in adesione.

Italgas ha terminato il 2018 con un utile netto pari a 313,7 milioni di euro, segnando una crescita del 7,1%. I ricavi hanno raggiunto gli 1,176 miliardi (+4,6%). Inoltre, il CdA ha deliberato di distribuire un dividendo pari a 0,234 euro per azione.  

Autore: Pierpaolo Molinengo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online