Italia Markets closed

Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti

Pierpaolo Molinengo
 

La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat .

Borse Mondiali

Stati Uniti

In denaro Colgate (+0,57%). Positiva Mastercard (+0,83%). Coca-Cola cresce dell’1,32%. Ben comprata Pfizer (+1,02%).

Intel guadagna lo 0,38%. Prevalgono gli acquisti su Netflix (+1,98%). Microsoft segna un rialzo dell’1,28%.

Italia

Seduta negativa per il settore utilities con Enel (-0,23%), Italgas (-0,17%), Snam (-0,48%), A2A (-0,16%) e Terna (-0,57%).

Telecom Italia guadagna lo 0,54% ed il titolo chiude a euro 0,4828.

Chiusure contrastate per il settore bancario con UniCredit (-1,50%), Banco Bpm (-1,01%), Ubi Banca (-1,62%), Mediobanca (-1,28%), Intesa Sanpaolo (-0,77%), Banca Mediolanum (+0,08%) e Banca Generali (+0,71%).

Assicurazioni Generali crescono dello 0,42% ed il titolo si porta a euro 16,63.

Positive Moncler (+1,06%), Ferragamo (+1,05%) e Tod’s (+2,34%).

Prevalgono gli acquisti sul settore industriale con Buzzi Unicem (+0,31%), Brembo (+2,57%), Leonardo (+1,26%) e Fincantieri (+2,54%).

In denaro FCA (+0,67%), Ferrari (+0,88%), CNH Industrial (+1,40%) ed Exor (+0,78%).

Eni sale dello 0,23% e Saipem segna un rialzo del 2,38%.

Mondadori perde l’1,26%. Mediaset cresce dello 0,17%. Poste Italiane segnano una contrazione dello 0,17%.

Gran Bretagna

In evidenza positiva Bat (+4,09%). GlaxoSmithKline sale dello 0,88%. In lettera Diageo (-0,36%). Bp segna un rialzo dell’1,70%.

Germania

Chiude in terreno positivo Bayer (+0,61%). Deutsche Bank cala dello 0,37%. Poco mossa BASF (+0,06%). Lufthansa perde lo 0,60%.

Francia

Ben comprata Sanofi (+1,21%). Capgemini cresce del 2,06%. Negativa Danone (-0,35%). In denaro Carrefour (+0,24%). Engie guadagna lo 0,75%.

Economia

Italia/1: l’indice PMI manifatturiero è calato, in giugno, a 48,4 punti dai precedenti 49,7 punti e rispetto alle attese di una flessione a 48,5 punti.

Italia/2: il tasso di disoccupazione è sceso, in maggio, al 9,9% dal precedente 10,1% e contro le previsioni di un incremento al 10,3%.

Francia: l’indice PMI manifatturiero, nella lettura finale di giugno, è sceso a 51,9 punti dai 52 punti della precedente lettura e rispetto ad attese di un dato invariato.

Germania/1: l’indice PMI relativo al settore manifatturiero, nella lettura finale di giugno, si è attestato a 45 punti dai 45,4 punti della precedente lettura; il mercato attendeva un dato invariato.

Germania/2: il tasso di disoccupazione in giugno è rimasto invariato al 5%, in linea con le stime degli economisti.

Eurozona/1: l’indice di massa monetaria “M3” è cresciuto, su base annua, del 4,8% dal precedente 4,7%; il mercato attendeva un incremento del 4,6%.

Eurozona/2: l’indice PMI manifatturiero, nella lettura finale di giugno, è calato a 47,6 punti dai 47,8 punti della precedente lettura; gli economisti avevano stimato un dato invariato.

Eurozona/3: il tasso di disoccupazione è calato, a maggio, al 7,5% dal precedente 7,6% e rispetto ad attese di un dato invariato.

Usa: l’indice ISM manifatturiero è calato, in giugno, a 51,7 punti dai precedenti 52,1 punti; gli economisti avevano previsto una flessione a 51 punti.

Le Small Cap sotto “coverage” Finnat

Sciuker Frames: ha annunciato di aver progettato, per il mercato internazionale, il primo sistema di finestre “Smart 69” in alluminio termico brevettato in kit. La “finestra in kit” è stata progettata e realizzata in unico profilo con lo scopo di favorire l’esportazione sul mercato internazionale di un prodotto tecnologicamente avanzato e che non subirà dazi doganali. Il Kit sarà realizzato su misura in pezzi sciolti, completo di tutti gli accessori specifici, rivolto ad operatori del settore che ne completeranno l’assemblaggio con gli altri elementi standard.

Sciuker ha già effettuato test di mercato in Spagna, Israele, Cina ed Egitto, con risultati più che positivi. In Spagna sono state già avviate delle partnership con Carpintería Industrial Binéfar S.a., Cermotec S.L., Fusreis.l. e Shitecma.

Altre società

Trevi Group: ha comunicato che, a fine maggio, l’indebitamento netto del gruppo ammontava a 699,33 milioni di euro, in calo rispetto ai 702,94 milioni del mese precedente.

Class Editori: il CdA ha deliberato un aumento di capitale pari ad euro 3 milioni con esclusione del diritto di opzione e mediante emissione di massime 10.062.005 nuove azioni ad un prezzo unitario di 0,299 euro.

Sabaf: ha annunciato la sottoscrizione di due contratti vincolanti per l’acquisto del 68,5% di “CMI Cerniere Meccaniche Industriali”. Gli accordi raggiunti valutano C.M.I. 19,55 milioni di euro (equity value) mentre il closing dell’operazione è previsto per il mese di luglio.

Autore: Pierpaolo Molinengo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online